9A-91

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
9A-91
Fucile d'assalto 9A-91 in esposizione.
Fucile d'assalto 9A-91 in esposizione.
Tipo Fucile d'assalto
Origine Russia Russia
Produzione
Progettista KBP Instrument Design Bureau
Data progettazione 1991
Costruttore KBP Instrument Deisgn Bureau
Entrata in servizio 1994
Ritiro dal servizio ancora in uso
Descrizione
Peso 2,1 kg
Lunghezza 605 mm con calcio esteso,
383 mm con calcio ripiegato
Calibro 9 mm
Munizioni 9 × 39 mm
Azionamento a gas
Cadenza di tiro 600-800 colpi/min
Alimentazione caricatore rimovibile da 20 colpi

World Guns.ru[1]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Il 9A-91 è un fucile d'assalto attualmente in uso alle forze di polizia russe.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

Il 9A-91 è un fucile operato a gas con otturatore rotante che utilizza un pistone a corsa lunga posto proprio sopra la canna dell'arma.

Il castello è realizzato in acciaio stampato, le impugnature sono invece realizzate in polimero ultra-resistente. Il calcio, realizzato in acciaio, si ripiega sopra al castello se non viene utilizzato. La leva di armamento si trova sul lato destro dell'arma.

Il selettore a tre posizioni (sicura, semi automatico e fuoco automatico) è posto solamente sul lato sinistro dell'arma, appena sopra il grilletto. La diottra posteriore è settata su 100 m e 200 m, ma i proiettili subsonici dell'arma, che descrivono traiettorie molto curve, rendono l'arma inefficace sopra i 100 m.

Tuttavia, su tale distanza il proiettile 9 × 39 mm è molto più efficace in penetrazione e potere d'arresto rispetto a tutte le altre munizioni da 9 mm, 5,56 mm e 5,45 mm (come ad esempio le munizioni di AKS-74u o HK33).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Modern Firearms - 9A-91