W3C Validator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

W3C Validator (The W3C Markup Validation Service) è un validatore del World Wide Web Consortium (W3C) che consente agli utenti di Internet di controllare i documenti HTML e XHTML per un markup ben strutturato. La convalida del markup è un passo importante verso la garanzia della qualità tecnica delle pagine web. Tuttavia, non è una misura completa della conformità agli standard Web. Sebbene la validazione del W3C sia importante per la compatibilità del browser e l'usabilità del sito, non è stato confermato quale effetto abbia sull'ottimizzazione dei motori di ricerca.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Markup Validation Service è iniziato come The Kinder, Gentler HTML Validator, un progetto di Gerald Oskoboiny. È stato sviluppato per essere una versione più intuitiva del primo validatore HTML online scritto da Dan Connolly e Mark Gaither, che è stato annunciato il 13 luglio 1994.

Nel settembre 1997, Oskoboiny iniziò a lavorare per il W3C, e il 18 dicembre 1997 il W3C annunciò il suo validatore HTML W3C basato sui suoi lavori. Nel novembre 2008, il W3C ha rilasciato il motore HTML5 validator.nu e la possibilità di controllare i documenti per la conformità a HTML5.

W3C offre anche strumenti di convalida per tecnologie web diverse da HTML / XHTML, come CSS, schemi XML e MathML.

Alloggio del browser[modifica | modifica wikitesto]

Molti dei principali browser Web sono spesso tolleranti su determinati tipi di errore e possono visualizzare correttamente un documento anche se non è sintatticamente corretto. Altri documenti XML possono anche essere convalidati se si riferiscono a DTD interni o esterni.

Limitazioni[modifica | modifica wikitesto]

I validatori di markup non possono vedere il "quadro generale" su una pagina Web, ma eccellono nel raccogliere i tag di chiusura persi e altri aspetti tecnici.

I validatori basati su DTD sono anche limitati nella loro capacità di controllare i valori degli attributi in base a molti documenti di specifiche. Ad esempio, utilizzando un DOCTYPE HTML 4.01, bgcolor = "fffff" è accettato come valido per l'elemento "body" anche se il valore "fffff" manca un precedente carattere "#" e contiene solo cinque (anziché sei) cifre esadecimali . Inoltre, per l'elemento "img", width = "really wide" è anche accettato come valido. I validatori basati su DTD non sono tecnicamente in grado di testare questi tipi di problemi con i valori degli attributi.

Le pagine potrebbero non essere visualizzate come previsto in tutti i browser, anche in assenza di errori di convalida e visualizzazione corretta in altri browser. L'unico modo per garantire che le pagine vengano sempre visualizzate come previsto è testarle in tutti i browser che si prevede eseguano correttamente il rendering.

Convalida CSS[modifica | modifica wikitesto]

Mentre il W3C e altri validatori HTML e XHTML valutano le pagine codificate in questi formati, un validatore separato come il validatore CSS W3C può verificare che non vi siano errori nel relativo foglio di stile CSS. I validatori CSS applicano gli attuali standard CSS ai documenti CSS referenziati.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

HTML Tidy, un programma di validazione markup offline sviluppato da Dave Raggett del W3C Validatore HTML CSE, un validatore HTML e CSS offline World Wide Web Consortium (W3C)