Visura camerale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La visura camerale è il documento che fornisce informazioni su qualunque impresa italiana, individuale o collettiva, iscritta al Registro delle imprese tenuto dalle Camere di Commercio Italiane (una per ogni provincia).

In Italia[modifica | modifica sorgente]

La visura camerale Ordinaria riporta le informazioni legali dell'impresa e le principali informazioni economiche e amministrative tra cui: dati anagrafici, codice fiscale, natura giuridica, data di costituzione, attività svolta, cariche amministrative, organi sociali, unità locali. La Visura Storica contiene tutte le informazioni dalle sue origini e fornisce un quadro completo e aggiornato su struttura, caratteristiche e storia dell'impresa.

È possibile ottenere una visura recandosi in Camera di Commercio, collegandosi al sito www.registroimprese.it, o rivolgendosi ai distributori, operatori professionali che hanno accesso alle banche dati camerali sulla base di un contratto sottoscritto con InfoCamere. I Distributori Ufficiali Infocamere, il cui elenco aggiornato è consultabile al sito www.infocamere.it/distributori.htm non solo distribuiscono le informazioni camerali relative alle aziende iscritte al Registro delle imprese, ma arricchiscono tali dati di Informazioni Commerciali che rendono possibile, ad esempio, la valutazione del grado di affidabilità / rischiosità delle imprese.

La visura camerale non ha valore di certificato, che va richiesto appositamente (il certificato consiste nella dichiarazione della corrispondenza dei dati ivi contenuti con quanto dichiarato dalle imprese).

All'estero[modifica | modifica sorgente]

Ogni paese ha il suo sistema di registrazione dei dati di sintesi delle imprese sul proprio territorio, per cui non è possibile avere un esatto equivalente della visura camerale italiana. Molti paesi europei sono strutturati in maniera simile, con istituzioni equivalenti alle camere di commercio e registro imprese, ed è possibile contattare direttamente o attraverso l'ufficio esteri della propria camera di commercio l'istituto locale a cui chiedere i dati relativi ad una azienda che non ha uffici in Italia.

Ad esempio, in Germania alcune imprese (ad esempio le GmbH) sono obbligate a registrarsi con la Handelskammer, che quindi sono in grado di rilasciare un certificato relativo all'azienda, come il Gründungsurkunde, mentre altre (ad esempio le GbR) sono registrate solo col Agenzia delle Entrate che non rilascia nessun certificato. Nei paesi anglosassoni, il registro imprese viene tenuto direttamente dal governo, che può rilasciare un Certificate of Incorporation o un Business Entity Certificate.

Inoltre, in tutti i paesi che hanno un regolare volume di commercio con l'Italia vi sono rappresentanze estere delle camere di commercio italiane (riunite in AssoCamerEstero), a cui è possibile rivolgersi per contattare e selezionare le aziende locali.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto