Visura catastale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La visura catastale, in Italia, è un documento rilasciato dall'Agenzia delle entrate della Repubblica Italiana e contenente i dati principali di un immobile, fabbricati o terreni, sito sul territorio nazionale.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Un immobile nella visura catastale è identificato da foglio, particella (o mappale) e subalterno del Comune di appartenenza; un terreno da foglio e particella (o mappale).

Nella visura appare, per un immobile, la rendita catastale mentre per un terreno, il reddito dominicale. Con la rendita si calcolano l'imposta sul reddito e le imposte locali, come ad es. l'Imposta comunale sugli immobili. È presente anche il nome del proprietario, o del nudo proprietario, o dell'usufruttuario, ma non c'è valore legale di proprietà (non "probatorio").

Le visure vengono erogate tramite la piattaforma dell' AGENZIA DEL TERRITORIO oggi accorpata nell' AGENZIA DELLE ENTRATE[1]

Dal 1º luglio 2010 è obbligatorio, in sede di atto notarile di compravendita, attestare la conformità tra lo stato di fatto dell'immobile e le planimetrie catastali. All'atto verrà poi allegata la planimetria catastale o ne verranno citati gli estremi.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

I dati della visura di un immobile sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Accorpamento dell'AGENZIA DEL TERRITORIO nell'AGENZIA DELLE ENTRATE

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]