Vilcabamba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il villaggio ecuadoriano, vedi Vilcabamba (Ecuador).
Vilcabamba
CiviltàInca
Epocaprecolombiana
Localizzazione
StatoPerù
Scavi
Data scoperta1911
ArcheologoHiram Bingham III
Edmundo Guillen e Elżbieta Dzikowska nelle rovine di Vilcabamba, foto presa da Tony Halik nel 1976

Vilcabamba fu una città fondata da Manco Inca nel 1539 e fu l'ultimo rifugio dell'Impero Inca fino alla sua caduta per mano degli spagnoli nel 1572. La città venne data alle fiamme, la zona divenne un luogo arretrato del Perù e la sua posizione venne dimenticata.

Le rovine della città furono riscoperte da Hiram Bingham nel 1911 in una remota foresta chiamata Espíritu Pampa a circa 130 km a ovest di Cuzco, ma non ne riconobbe l'importanza, credendo che Machu Picchu, anch'essa da lui riscoperta, fosse la leggendaria Città Perduta degli Incas. Fu riconosciuta solo con l'esplorazione e le scoperte di Antonio Santander e di Gene Savoy nell'anno 1964. Comunque questi non poterono dimostrare la loro teoria. Sabatino Moscati parla di Vilcabamba nel libro "Civiltà del Mistero" dove erano menzionati anche gli Italiani Francesca Oldrini e Beppe Tenti Torinese. Nel 1975 il Tenti, ottiene il permesso per organizzare "Viaggi Esplorativi"con gruppi turistici e li porta nel 1976 e nel 1977 attraverso la foresta fino ad Espiritu Pampa. Il Giornalista Franco Giliberto ne racconta a puntate sulla Stampa il Viaggio.

Nel 1976 il professore Edmundo Guillen e gli esploratori polacchi Tony Halik e Elżbieta Dzikowska ritrovarono le rovine. Comunque prima della spedizione Guillen aveva ritrovato in un museo di Siviglia delle lettere degli spagnoli, nei quali descrivevano il progredire dell'invasione e quanto avevano trovato a Vilcabamba. Il confronto delle lettere con le rovine fu la prima prova della posizione di Vilcabamba.

Ulteriori scavi archeologici di Vincent Lee e ricerche di John Hemming diedero ulteriori conferme che Espíritu Pampa fosse in realtà la storica Vilcabamba.

Il 16 giugno 2006 in un museo a Cusco è stata posta una placca che commemora il trentesimo anniversario della scoperta di Vilcabamba. Tra le altre ci sono i nomi degli esploratori della "prima spedizione provata": Guillen, Halik e Dzikowska.

La città perduta di Vilcabamba compare nella serie di videogiochi educativi Amazon Trail, nel videogioco Tomb Raider e anche nel libro Evil Star di Anthony Horowitz. Vilcabamba è anche un livello di gioco del videogioco di ruolo per Playstation 2 Shadow Hearts: From the New World.

Persone[modifica | modifica wikitesto]