Viaggiatore solitario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Viaggiatore solitario
Titolo originale Lonesome Traveler
Altri titoli L'ultimo vagabondo americano
Autore Jack Kerouac
1ª ed. originale 1960
Genere raccolta di racconti
Sottogenere autobiografico
Lingua originale inglese

Viaggiatore solitario è il titolo di un'opera a carattere autobiografico dello scrittore statunitense Jack Kerouac nella quale l'autore raccoglie gli estratti delle cronache dei suoi viaggi.

« I miei piani: vivere in solitudine nei boschi, tranquilla scrittura della vecchiaia, dolci speranze di Paradiso (che in ogni caso arriva per tutti...)[1] »

Capitoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Presentazione dell'autore (Author's Preface)
  • Moli della notte vagabonda (Piers of a Homeless Night)
  • Fellaheen del Messico (Mexico Fellaheen)
  • La terra della ferrovia (The Railroad Earth)
  • Gli sciattoni del Mar della cucina (Slobs of the Kitchen Sea)
  • Scene di New York (New York Scenes)
  • Solo sulla cima di una montagna Alone on a Mountaintop
  • Grande viaggio in Europa (Big Trip to Europe)
  • Il tramonto dell'hobo americano (The Vanishing American Hobo)

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Jack Kerouac, Viaggiatore solitario, traduzione di Alessandro Gebbia e Sergio Duichin, collana situazioni 38, Arcana, 1979, pp. 167, cap. 8.
  • Jack Kerouac, L'ultimo vagabondo americano, traduzione di Marta Baldocchi e Cettina Savà-Cerny, collana Piccola biblioteca Oscar n. 266, Mondadori, 2002, pp. 222, ISBN 978-88-04-49848-3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jack Kerouac, Arcana, Roma, 1979, pag. 9

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura