Viaggiatore solitario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Viaggiatore solitario
Titolo originaleLonesome Traveler
Altri titoliL'ultimo vagabondo americano
AutoreJack Kerouac
1ª ed. originale1960
Genereraccolta di racconti
Sottogenereautobiografico
Lingua originale inglese

Viaggiatore solitario è un'opera a carattere autobiografico dello scrittore statunitense Jack Kerouac nella quale l'autore raccoglie gli estratti delle cronache dei suoi viaggi.

« I miei piani: vivere in solitudine nei boschi, tranquilla scrittura della vecchiaia, dolci speranze di Paradiso (che in ogni caso arriva per tutti...)[1] »

Capitoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Presentazione dell'autore (Author's Preface)
  • Moli della notte vagabonda (Piers of a Homeless Night)
  • Fellaheen del Messico (Mexico Fellaheen)
  • La terra della ferrovia (The Railroad Earth)
  • Gli sciattoni del Mar della cucina (Slobs of the Kitchen Sea)
  • Scene di New York (New York Scenes)
  • Solo sulla cima di una montagna Alone on a Mountaintop
  • Grande viaggio in Europa (Big Trip to Europe)
  • Il tramonto dell'hobo americano (The Vanishing American Hobo)

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Jack Kerouac, Viaggiatore solitario, traduzione di Alessandro Gebbia e Sergio Duichin, collana situazioni 38, Arcana, 1979, pp. 167, cap. 8.
  • Jack Kerouac, L'ultimo vagabondo americano, traduzione di Marta Baldocchi e Cettina Savà-Cerny, collana Piccola biblioteca Oscar n. 266, Mondadori, 2002, pp. 222, ISBN 978-88-04-49848-3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jack Kerouac, Arcana, Roma, 1979, pag. 9

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura