Valutatore immobiliare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Valutatore)
Jump to navigation Jump to search

Il valutatore immobiliare è il soggetto che redige la valutazione immobiliare ovvero la stima. Le caratteristiche del Valutatore Immobiliare per la stima dei beni in garanzia ipotecaria sono indicate dalla norma UNI 11558:2014 "valutatore immobiliare. Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” la quale, tra l'altro, definisce il valutatore immobiliare come il «soggetto che possiede le necessarie qualifiche, conoscenze, abilità e competenze per esercitare l’attività di stima e valutazione immobiliare». La normazione uni non ha ovviamente nessun valore di Legge. I valutatori sono quelli iscritti agli albi dei dottori agronomi, architetti, ingegneri, geometri e periti agrari; peraltro con competenze estimative assai differenziate tra gli stessi, in base ai relativi regolamento emanati con norme aventi forza di legge.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Estimo.

Nell'estimo, la valutazione immobiliare o stima è l'insieme di operazioni con le quali il valutatore [1] (talora denominato perito o esperto o estimatore) ricerca il valore di un bene meglio descritto nella perizia di stima o rapporto estimativo, come in genere viene definito a livello internazionale.[2]

Il valutatore immobiliare, come definito dalla norma UNI 11558:2014, per svolgere al meglio la sua professione, deve però coniugare una profonda conoscenza della dottrina e delle metodiche estimative, la capacità di analisi delle dinamiche del mercato immobiliare, con la identificazione delle caratteristiche edilizie, urbanistiche e tecnico-economiche del bene da valutare, al fine di applicarli in maniera appropriata e conseguire una stima qualitativamente coerente con l'effettivo valore del bene.[3]. In sostanza il ruolo del perito estimatore è quello cdi formulare giudizi circa la somma di moneta che si può attribuire, per soddisfare date esigenze pratiche, ad un qualsiasi bene economico oggetto di stima[4]

Il regolamento (UE) 575/2013, del Parlamento europeo e del Consiglio (Capital Requirement Regulation – CRR), recante la disciplina relativa ai requisiti prudenziali per gli enti creditizi richiedeva espressamente che i professionisti operanti nel settore delle valutazioni degli immobili fossero in possesso delle “necessarie qualifiche, capacità ed esperienze per compiere una valutazione (…) indipendente dal processo di decisione del credito”.

Il decreto legislativo 21 aprile 2016, n. 72, di attuazione della direttiva (UE) 2014/17 in materia di contratti di credito ai consumatori relativi ai beni immobili residenziali che ha modificato l’art. 120-duodecies (“Valutazione dei beni immobili”) del Testo unico bancario (TUB) specifica: «1. I finanziatori applicano standard affidabili per la valutazione dei beni immobili residenziali ai fini della concessione di credito garantito da ipoteca. Quando la valutazione e' condotta da soggetti terzi, i finanziatori assicurano che questi ultimi adottino standard affidabili. 2. La valutazione è svolta da persone competenti sotto il profilo professionale e indipendenti dal processo di commercializzazione del credito, in modo da poter fornire una valutazione imparziale ed obiettiva, documentata su supporto cartaceo o su altro supporto durevole. 3 […].”

Il codice delle valutazioni immobiliari (quinta edizione, 2018), al capitolo 1, richiama in maniera analitica la normativa di riferimento inerente il Valutatore immobiliare e identifica in uno specifico schema il "Processo logico-metodologico applicativo degli standard affidabili".

La certificazione delle persone avviene in conformità alla norma UNI 11558:2014 "Valutatore immobiliare. Requistiti di conoscenza, abilità e compenteza" e della norma internazionale UNI CEI EN ISO/IEC 17024.

I principali standard internazionali ed europei di valutazione, sono l'International Valuation Standards (IVS) predisposti dall'International Valuation Standards Council, il Red Book predisposto sulla base dell'IVS dalla Royal Institution of Chartered Surveyors e gli EVS predisposti a cura di The European Group of Valuer's Association. A livello nazionale lo standard di riferimento è il codice delle valutazioni immobiliari | Italian Property Valuation Standard (Quinta edizione, 2018), edito da Tecnoborsa.

In Italia per essere legittimato a svolgere valutazioni immobiliari è necessaria l'iscrizione in un ordine o collegio professionale dell'area tecnica (dottori agronomi, ingegneri, architetti, geometri, periti agrari o agrotecnici) o al ruolo dei periti ed esperti della CCIAA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ corrispondente a Valuer o Appraiser nella lingua inglese (si veda anche valuer)
  2. ^ Bambagioni G. Estimo e valutazione: profilo e competenze dei valutatori, Quaderni di Economia Immobiliare-QEI, N. 21/2014
  3. ^ Moncelli M. La stima immobiliare, Maggioli Ed 2015.
  4. ^ Medici G. Principi di estimo, edizioni agricole, Bologna, 1955.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Codice delle valutazioni immobiliari | Italian Property Valuation Standard (quinta edizione, 2018)
  • Norma UNI 11558:2014 Valutatore immobiliare. Requisiti di conoscenza, abilità e competenza.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto