Università di Santo Tomás

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Università di Santo Tomas)
University of Santo Tomas
UST.png
Ubicazione
Stato Filippine Filippine
Città Sampaloc, Manila
Dati generali
Nome latino Regalis et Pontificia Sancti Thomæ Aquinatis Universitas Manilana
Motto Veritas In Caritate
Fondazione 28 aprile 1611
Tipo Privata
Rettore Padre Rolando dela Rosa, OP (domenicano)
Studenti 43 000+ (2008)
Colori Oro e bianco
Affiliazioni ICUSTA, IAU, ASAIHL
Mappa di localizzazione
Sito web

La Pontifical and Royal University of Santo Tomas (o semplicemente UST), a Sampaloc, Manila, è un'università privata di grande notorietà ed è il più antico ateneo delle Filippine e dell'intera Asia.[1][2]

Fa parte di ICUSTA, International Association of Universities (IAU), e Association of Southeast Asian Institutions of Higher Learning (associazione delle istituzioni d'insegnamento superiore dell'Asia sud-orientale, ASAIHL), ed è una delle più prestigiose università delle Filippine, assieme all'Università Ateneo de Manila, l'Università De La Salle e l'Università delle Filippine Diliman[senza fonte].

È l'unica Università, cattolica o no, ad essere stata visitata da 3 papi[senza fonte]: Papa Paolo VI il 28 novembre 1970, Papa Giovanni Paolo II il 18 febbraio 1981 e il 13 gennaio 1995[3], e Papa Francesco il 18 gennaio 2015.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Organizzazione[5][modifica | modifica wikitesto]

L'organo di vertice della struttura è il Cancelliere, che è assistito dal Vicecancelliere e presiede il Comitato dei Garanti. Gli organi operativi sono il Rettore, il Senato accademico, il Consiglio d'amministrazione e il Consiglio dei Reggenti; più gli organi che dipendono dal Rettore, ossia il Vice-rettore, il Segretario generale, quattro Vice-Rettori specializzati rispettivamente in Affari religiosi, Affari accademici, Ricerca e Sviluppo e Finanze. Dagli organi operativi monocratici dipendono tutte le strutture, coi presidi delle facoltà e i direttori degli istituti, degli uffici e delle altre ripartizioni organizzative.

Facoltà e strutture accademiche[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anno accademico 2016-2017, risultano attive le seguenti facoltà, college e istituti[5]:

  • Medicina e Chirurgia
  • Infermieristica
  • Scienze della riabilitazione
  • Educazione fisica e Atletica
  • Farmacia
  • Scienze
  • Architettura
  • Ingegneria
  • Informatica e Scienze dell'informazione
  • Lettere e Arti
  • Pedagogia
  • Filosofia
  • Sacra Teologia
  • Belle arti e disegno
  • Conservatorio di musica
  • Diritto civile
  • Diritto canonico
  • Economia aziendale (business administration) e commercio
  • Scuola per laureati
  • Contabilità
  • Gestione del Turismo e dell'Ospitalità

Ne fanno parte, inoltre, la Scuola superiore di Scienze dell'Educazione, il Centro per le tecnologie dell-educazione, il Centro di ricerca su Cultura, Arti e Studi umanistici, il Centro di ricerca sugli Studi sociali e la pedagogia, il Centro di ricerca per le Scienze naturali e applicate, il Centro per gli Studi religiosi e l'Etica, il Centro per la scrittura creativa e gli studi letterari, l'Istituto di religione, una casa editrice e strumenti come il museo, l'archivio, diverse biblioteche e laboratori[5].

Allievi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Si possono ricordare José Rizal; medico, scrittore, lirico ed ispiratore del movimento nazionalista filippino ed i politici Manuel L. Quezon[6], Sergio Osmeña,[7] e Diosdado Macapagal.

Rappresentativa calcistica[modifica | modifica wikitesto]

La rappresentativa di calcio dell'università ha vinto il campionato filippino di calcio del 1934[8] ed ottenuto il terzo posto in quello successivo.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Josefina Lim-Pe, The University of Santo Tomas in the Twentieth Century, University of Santo Tomas Press, Manila, 1973.
  2. ^ History of UST UST.edu.ph. Accessed December 21, 2008
  3. ^ http://www.ust.edu.ph/index.php?option=com_content&task=view&id=644&Itemid=104%7C University of Santo Tomas : 400 years of Unending Grace by Dr.Jaime I. Romero
  4. ^ #PopeFrancisPH: Pope Francis visits UST, su Rappler. URL consultato il 06 febbraio 2016.
  5. ^ a b c [1]UST organisational structure, organigramma al 21 settembre 2016.
  6. ^ President Manuel L. Quezon 128th Birth Anniversary Manila Bulletin (Google archive). Published August 19, 2006
  7. ^ Osmeña, Sergio World War II Database. Accessed August 22, 2006
  8. ^ Philippines - List of Champions, su Rsssf.com. URL consultato l'8 dicembre 2015.
  9. ^ Philippines 1935, su Rsssf.com. URL consultato l'8 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità ISNI: (EN0000 0004 1937 1119
Filippine Portale Filippine: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Filippine