Tutto il mondo è paese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Tutto il mondo è paese è un'espressione proverbiale della lingua italiana.

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Questo proverbio sta a indicare il fatto che ogni popolo e ogni nazione hanno dei difetti, che fanno semplicemente parte della natura umana, motivo per cui è inutile lamentarsi sempre del paese in cui abitiamo, poiché determinate cose, soprattutto scandali politici, casi di malasanità, casi di corruzione o altro, accadono in ogni parte del mondo e fanno semplicemente parte della natura umana.

«Tutto il mondo è paese». L'aspetto antropologico e storico.

Secondo le teorie dell’evoluzionismo in ambito antropologico i popoli e le culture possono diffondersi geograficamente offrendo una spiegazione su come civiltà molto distanti presentano caratteristiche simili. Parliamo di globalizzazione da pochi anni e dimentichiamo che nel mondo antico è sempre esistita. I popoli dell’antichità hanno sempre beneficiato di uno scambio culturale. Pensiamo al «Teorema di Pitagora» noto nel mondo classico, nella Cina degli Han, agli Assiri, ai Persiani, agli Egizi, denotando un palese scambio culturale tra i popoli che spesso nessuno può a volte dimostrare. Per la guerra, nel corso dei secoli, si spostavano guerrieri, centinaia di migliaia di uomini ed i viaggi duravano a volte molti anni. Alessandro Magno pensava ad un impero universale e si spinse fino in India favorendo la formazione di famiglie tra i suoi uomini e la gente locale. L’Impero Romano ha reso evidente la sua capacità nella logistica con la creazione di strade e di acquedotti. A guerra finita spesso venivano fondate città sui percorsi, la dove erano necessari i caravanserragli. Coloro che non combattevano dovevano costruire armi, suppellettili, dovevano dedicarsi all’allevamento ed all’agricoltura ed all'accudimento dei bambini e degli anziani. Ebbene non tutti parlavano la stessa lingua fra vinti e vincitori, ma le culture si amalgamavano e dopo qualche generazione la globalizzazione era evidente. Queste riflessioni ci inducono a pensare che il detto: «tutto il mondo è paese» è quanto mai corretto ed azzeccato.

Bibliografia:

Storie segrete sulla via della seta. Simboli, architetture e miti fra Italia, medio oriente e Cina. di Alessandro Coscia. MIMESIS Edizioni. Gennaio 2020


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica