Triplice cinta sacra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La triplice cinta sacra è un simbolo sacro rappresentante l'orientamento dell'uomo nello spazio e nell'ambito vitale, l'opposizione della terra al cielo, ma può rappresentare anche l'universo creato (terra e cielo) opposto al non-creato e al creatore. È presente in moltissime culture e la si ritrova in molti paesi del mondo. In Italia in particolare è stata riconosciuta in diverse località della Sicilia dove sono stati ritrovati conci medievali con la sua raffigurazione.

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di quadrato profondamente inciso con un foro centrale abbastanza profondo ed una linea intermedia verticale che interseca esattamente a metà il quadrilatero. Potrebbe trattarsi anche di un Centro Sacro rimasto incompiuto (tale simbolo consiste generalmente in un quadrato in cui sono inscritti 8 raggi, che al proprio interno formano due croci greche)[1]

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo ha molteplici significati[1].

Può rappresentante l'orientamento dell'uomo nello spazio e nell'ambito vitale, ma anche l'opposizione della terra al cielo o l'universo creato (terra e cielo) opposto al non-creato e al creatore[1].

Il simbolo può riferirsi, inoltre, al cosiddetto omphalos, simbolo rappresentante il Centro del Mondo e molto diffuso[1].

Una variante grafica della Triplice Cinta è quella circolare, generata da cerchi concentrici anziché da quadrati. Il prototipo mitico di una simile struttura è nella geometria della capitale di Atlantide, come descritto da Platone nei Dialoghi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d ARGOD.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paul LeCour, L'emblème symbolique des Trois-Enceintes, in Atlantis, n. 10, Luglio-Agosto 1928.
  • René Guénon, La Triple-Enceinte druidique, in Le Voile d'Isis, giugno 1929.
  • Louis Charbonneau-Lassay, La Triple Enceinte dans l'emblématique chrétienne, in Atlantis, 3º anno, n° 1 (n° 21), settembre-ottobre 1929.

Web[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]