Tres qui fundaverunt ius civile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Con il termine tres qui fundaverunt ius civile si indicano tre giuristi, emersi nel 150 a.C.[1]: Manio Manilio Nepote, Giunio Bruto e Publio Muzio Scevola. Sono noti per aver applicato al diritto romano i concetti astratti, per aver creato un sistema di ius controversum e per aver elaborato definizioni giuridiche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pomponio, Liber singularis enchiridii, in Digesto 1.2.2.39