Treasons Act 1570

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Treasons Act 1570 (titolo abbreviato 13 Eliz I c. 1) fu un decreto del Parlamento inglese durante il Regno di Elisabetta I che sostituì il Treasons Act 1534, passato dal Parlamento durante il regno del padre, Enrico VIII. Esso stabiliva che venissero considerati alto tradimento, e quindi punibili con la morte (che veniva eseguita tramite squartamento nella maggior parte dei casi):

  • sperare, immaginare, inventare, concepire o complottare la morte della regina;
  • infliggere lesioni personali alla regina;
  • privare la regina di titoli, onori o sovranità;
  • dichiarare guerra alla regina, spingere stranieri a togliere all'Inghilterra o all'Irlanda domini o immaginare, inventare, sperare, concepire o diffondere con scritti queste cose;
  • scrivere o dichiarare che la regina non regna o che sia eretica, scismatica, tirannica, infedele o usurpatrice.

Questo decreto venne poi abolito.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]