Trasloelevatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Trasloelevatore [in inglese: stacker crane (STC) o storage and retrieval machine -S/R machine] è un particolare robot a tre assi utilizzato in ogni magazzino intensivo o magazzino automatico, con altezze superiori ai 12 metri (abitualmente si va da un minimo di 6 metri ad un massimo di 46 metri). È composto da:

Trasloelevatore con forcole telescopiche per euro-pallet.
  • telaio mobile che si muove lungo una colonna verticale (spesso ci sono due colonne per portate superiori ai 2000 kg) che trasla lungo il corridoio delimitato da due scaffalature;
  • tale colonna è ancorata ad una trave inferiore che si muove su due ruote portanti, una motrice ed una condotta, scorrevoli sopra una rotaia;
  • all'estremo superiore ci sono delle ruote di contrasto che mantegono il traslatore verticale facendolo scorrere lungo un profilato d'acciaio;
  • il telaio mobile scorre lungo la colonna grazie a catene o funi portanti.

La rotaia può variare dai 20 m ai 200 m di lunghezza.
Solitamente hanno l'elettronica di controllo a bordo.

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

I trasloelevatori possono essere:

  • monocolonna
  • bicolonna

Inoltre possono essere multicorridoio, ovvero, il trasloelevatore può passare da un corridoio all'altro tramite un ponte di trasbordo.

Possono avere il sollevamento:

Strutturalmente si differenziano in funzione dell'unità di carico che devono trasportare, sia per quanto riguarda il peso che le dimensioni.

I trasloelevatori adibiti alla movimentazione di merci leggere vengono chiamati miniloader.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Sia trasloelevatori pallet che miniload (trasloelevatori per scatole o cassette di plastica) possono essere a singola, doppia profondità ed in alcuni casi anche in tripla o quadrupla profondità. Con profondità si intende il numero di scatole o cartoni disposti uno dietro l'altro. Con profondità uguali o superiori a 2 si aumenta la capacità di stoccaggio a scapito del flusso. Tale diminuzione di flusso è dovuto alla riubicazione, presente solo in profondità superiore ad 1. La riubicazione consiste nel dover spostare delle scatole per poter prelevare materiale che si trova dietro di esse. Tali movimenti aumentano i tempi di lavoro del trasloelevatore diminuendone le prestazioni e quindi il flusso. Generalmente le prestazioni sono in funzione delle unità di carico movimentate.

Per i miniloads, si hanno velocità di traslazione comprese tra i 4 m/s e i 6 m/s con accelerazioni massime di 2 m/s², mentre sul sollevamento si può arrivare a 2 m/s. Trasportano da 1 a 4 cassette per volta, con carichi di circa 50kg/cassetta.

Per i traslo pesanti (da 1.000 kg a 5.000 kg di portata), la velocità di traslazione varia da 2 m/s fino a 4,2 m/s con accelerazioni fino a 0,5 m/s² con velocità di sollevamento che al massimo arrivano a 1 m/s, ma più spesso si attestano intorno a 0,5 m/s. Trasportano 1 o 2 unità di carico (spesso pallet di tipo euro1) per volta. Le unità di carico possono anche essere di dimensioni personalizzate.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ingegneria