Torre (Corsica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Capula
Piante di torri e nuraghi a confronto

La Torre è un edificio megalitico dell'età del bronzo tipico della Corsica meridionale. Disseminate nel territorio a sud di Ajaccio, sono in totale circa 60. Danno il nome alla civiltà torreana.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La struttura tronco conica della Torre richiama la forma di un alveare. Venivano costruite con blocchi di pietra sovrapposti a secco senza l'uso di malte o altri leganti e venivano spesso edificate a partire da formazioni rocciose naturali. Caratteristici sono gli ampi ingressi con architrave e le nicchie interne laterali, simili a quelle dei nuraghi sardi.

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

Ipoteticamente le Torri avevano una funzione di sorveglianza del territorio e di difesa. All'interno sono stati rinvenuti resti di grano macinato e altri prodotti alimentari trasformati, conservati in vasi di creta[1]. A causa della scoperta di ceneri nelle nicchie del corpo centrale, lo studioso francese Grosjean ipotizzò che la funzione primaria delle Torri fosse quella di templi per la venerazione del fuoco e dei morti[2][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ F. de Lanfranchi: „Les torre de l'Age du Bronze moyen en Corse méridionale“, in: L' Anthropologie, ISSN 0003-5521, 1998, vol. 102, no1, pp. 97-109 (nicht eingesehen), Online-Zusammenfassung (französischsprachig)
  2. ^ Almut und Frank Rother: Korsika, DuMont, Köln 1982 S. 63
  3. ^ Storia Corsa Website zur Geschichte Korsikas

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Grosjean: Die Megalithkultur von Korsika. 1964
  • R. Grosjean: Filitosa - Hochburg des prähistorischen Korsika. 1978

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]