Torcia elettrica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: torcia.

Una torcia elettrica a LED.
Multipli LED da 5 mm di una piccola torcia elettrica

La torcia elettrica è una sorgente luminosa portatile alimentata per mezzo di energia elettrica.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il brevetto di Misell 617,592
Una torcia elettrica del 1899

L'invenzione della torcia elettrica fu brevettata dall'inglese David Misell il 12 marzo 1898 (U.S. Patent No. 617,592).[1] Il 10 gennaio 1899 David Misell cedette il suo brevetto all'American Electrical Novelty and Manufacturing Company, che donò alcuni di tali dispositivi alla polizia di New York.[2] La torcia elettrica di Misell caricava una pila zinco-carbone di tipo D e presentava un riflettore in ottone.[3]

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

È costituita dai seguenti elementi:

  • una lampadina a incandescenza o a LED;
  • un riflettore parabolico (o di altra forma), all'interno del quale è inserita la lampadina;
  • una lente protettiva (in plastica o vetro) per proteggere la lampadina da urti o polvere;
  • una fonte di energia, in genere una pila; esistono anche torce alimentate ad energia solare o attraverso dinamo;
  • un interruttore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]