Svetambara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Svetambara (Sanscritot: श्वेतांबर o श्वेतपट, śvētapaṭa; traslitterato anche come svetambar, shvetambara, shvetambar, o swetambar) è, insieme al Digambara, una delle due principali suddivisioni dello giainismo.

Śvētāmbara ("bianco vestiti") è un termine che descrive la loro pratica ascetica di indossare indumenti bianchi, che li caratterizza rispetto ai digambara ("vestiti dal cielo"), i cui praticanti esercitano nudi. I primi, quindi, non ritengono che l'ascetismo vada praticato nudi. Gli śvētāmbara credono, inoltre, che anche le donne siano capaci di ottenere il moksha. Nel 2006 c'erano 2510 monaci e 10.228 suore in confronto ai 548 monaci e 527 suore digambara. La tradizione svetambara segue il lignaggio di Acharya Sthulibhadra Suri. Il Sutra del Kalpa cita alcuni dei lignaggi in tempi antichi. Gli ordini monastici Śvētāmbara sono rami dell'ordine Vrahada, che fu fondato nel 937 d.c. I più preminenti tra gli ordini classici sono il Kharatara (fondato nel 1024 d.c.), il Tapa (fondato nel 1228 d.c.), e il Tristutik.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]