Suore di Santa Clotilde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Suore di Santa Clotilde (in francese Congrégation des Sœurs de Sainte-Clotilde) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Santa Clotilde, titolare della congregazione

La congregazione, sorta per l'istruzione della gioventù femminile, venne fondata a Parigi il 16 agosto 1821 da Antoinette-Sophie Desfontaines con l'aiuto di Jean-Baptiste Rauzan, già fondatore dei preti della Misericordia.[2]

La spiritualità dell'istituto era ispirata da quella della Compagnia di Gesù e della scuola francese:[3] oltre ai tre voti comuni a tutti i religiosi, le suore di Santa Clotilde emettevano le promesse di darsi all'educazione senza riserve e di darsi al servizio della Vergine.[4]

La loro scuola a Parigi fu a lungo l'unica della congregazione; una filiale in Svizzera venne aperta solo nel 1880 e, dopo la promulgazione delle leggi anticongregazioniste francesi, fondarono case in Inghilterra, Italia (Sanremo) e Belgio.[4]

Nel 1959 aprirono scuole anche in Mali e, nel 1965, in Camerun.[4]

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Le suore di Santa Clotilde si dedicano essenzialmente all'istruzione e all'educazione cristiana della gioventù.

Sono presenti in Francia e Svizzera;[5] la sede generalizia è a Parigi.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 45 religiose in 7 case.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1653.
  2. ^ Marie de la Croix, DIP, vol. VIII (1988), col. 646.
  3. ^ Marie de la Croix, DIP, vol. VIII (1988), col. 647.
  4. ^ a b c Marie de la Croix, DIP, vol. VIII (1988), col. 648.
  5. ^ Sœurs de Sainte-Clotilde, su viereligieuse.fr. URL consultato il 28 giugno 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN132399454 · GND: (DE16129923-4 · BNF: (FRcb124214733 (data)
Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo