Stradivari Servais

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo Stradivari Servais presso il Museo Nazionale di Storia Americana dello Smithsonian Institution

Lo Stradivari Servais (pronunciato /sɛr'vɛ/) è un violoncello realizzato nel 1701 da Antonio Stradivari. Prende il nome dal violoncellista belga Adrien-François Servais (1807-1866), che suonò questo strumento. Si tratta di uno strumento eccellente e in ottimo stato di conservazione, munito ancora dell'etichetta originale.

Il violoncello è stato acquistato per Servais dal principe russo Yusupov intorno al 1845 ed è stato poi ceduto a suo figlio. Lo strumento è stato infine donato da Charlotte Bergen al Museo Nazionale di Storia Americana dello Smithsonian Institution[1]. Il Servais è stato impiegato nel 1992 da Anner Bijlsma per registrare le suite per violoncello solo di Johann Sebastian Bach.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rare Stradivarius Cello Given to Smithsonian, New York Times, 3 maggio 1981. URL consultato il 5/4/2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Division of Music, Sports and Entertainment, Stradivarius Violins, Encyclopedia Smithsonian. URL consultato il 22/11/2008.