Stemma del circondario autonomo della Čukotka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lo stemma della Čukotka

Lo stemma del circondario autonomo della Čukotka fu adottato il 27 novembre 2000[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stemma del Circondario autonomo della Čukotka è uno Scudo francese moderno viola. La figura centrale dello stemma è un orso polare d'argento. La cartina del Circondario è rappresentata in oro. Nella posizione geografica del capoluogo della regione (Anadyr') è raffigurata una stella a otto punte rossa. L'orso polare si trova su un cerchio blu, con sopra un anello rosso. Il cerchio centrale è delimitato da una cornice argentea.

Simboli araldici[modifica | modifica wikitesto]

I simboli nello Stemma sono:

  • Il colore viola rappresenta la saggezza, la calma e la forza di carattere dei popoli del nord e la lunga notte polare che regna nella tundra del Circondario la maggior parte dell'anno.
  • L'orso polare è un simbolo tradizionale della regione e rappresenta la sua forza potenziale e la sua potenza.
  • Il colore dorato della cartina del Circondario è il colore della vitalità e dell'oro, la ricchezza principale della Čukotka.
  • La stella rossa rappresenta la Stella Polare. I suoi otto raggi simboleggiano l'unità dei (una volta otto, ora sei) rajon. Il centro rappresenta la città di Anadyr', la forza d'animo dei popoli del nord e il loro amore per la vita.
  • Il cerchio blu simboleggia la purezza del pensiero e la generosità dei nativi. Inoltre, sta per le vaste distese dei due oceani che bagnano le coste del Circondario, il Pacifico e l'Artico, e la fauna unica dei fondali marini.
  • Il colore rosso dell'anello indica la particolare situazione della regione, ovvero la posizione di confine all'interno della Federazione Russa.
  • La cornice d'argento attorno al cerchio centrale è il simbolo delle luci del nord e il del silenzio immacolato della tundra in Čukotka d'inverno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]