Stauroteca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stauroteca bizantina (sec. IX)

Una stauroteca è un reliquiario destinato a contenere frammenti del legno della croce di Cristo.[1] Nato nell'ambito del Cristianesimo greco-ortodosso si diffuse poi anche in Europa occidentale.[2]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Stauroteca del XIII secolo, Cosenza

Il termine deriva dalle parole greche stauròs, cioè croce, e theke, che significa raccolta, collezione.

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

La stauroteca ha spesso forma di croce[3] o di teca rettangolare e piatta, a volte con ricettacoli cruciformi usati per custodire la reliquia. È spesso realizzata con metalli preziosi e riccamente decorati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Voce "stauroteca", Garzanti. URL consultato il 21 novembre 2016.
  2. ^ stauroteca, Istituto per i beni artistici culturali e naturali. URL consultato il 21 novembre 2016.
  3. ^ Il vescovo e la sua Chiesa, Il pozzo di Giacobbe, 2004, p. 92.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]