Spy (periodico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spy
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàsettimanale
Generegossip
Fondazione2017
SedeSegrate
EditoreArnoldo Mondadori Editore
Diffusione cartacea47.725 (fonte: ADS, Giugno 2018)
DirettoreMassimo Borgnis
 

Spy è una rivista settimanale di gossip dedicata al mondo dello spettacolo, pubblicata dal 2017 ed edita dalla Arnoldo Mondadori Editore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Copertina del primo numero di Spy, giugno 2017

La rivista nasce nel giugno del 2017 da un'idea di Alfonso Signorini[1], direttore del settimanale di gossip Chi. La rivista si occupa della pubblicazione di notizie e curiosità riguardo alle persone del mondo dello spettacolo[2]. La rivista è stata lanciata con una tiratura complessiva di 2 milioni di copie per i primi quattro numeri. I primi quattro numeri del periodico hanno raggiunto le 300.000 copie vendute per numero nelle prime tre settimane dall'uscita[3][4].

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

La rivista è dedicata all'attualità e include rubriche dedicate alla cucina, alla moda, alla bellezza, alla cronaca nera e ai programmi TV[5]. Ogni numero contiene quattro o cinque interviste e, da luglio 2018, anche rubriche dedicate all'economia domestica, ai consigli sulla previdenza e le pensioni, agli approfondimenti medici e alla cura delle piante[6].

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Borgnis (dal giugno 2017)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Spy la nuova rivista di Signorini, su ilgiornale.it. URL consultato il 20 maggio 18.
  2. ^ Nasce Spy, su mondadori.it. URL consultato il 20 maggio 18.
  3. ^ Vendite di 300.000 copie a numero per Spy, su mondadori.it. URL consultato il 28 giugno 2018.
  4. ^ 300.000 copie vendute per il quarto numero di Spy, su mondadori.it. URL consultato il 28 giugno 2018.
  5. ^ Spy, su mediamond.it. URL consultato il 20 maggio 18.
  6. ^ Spy compie un anno e si rinnova, su engage.it. URL consultato il 30 agosto 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grande libro dell'informazione: stampa e online, Supplemento di Prima Comunicazione, Genesis, 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]