Dictionnaire de l'Académie française: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
m
corr. min. forma
m (Bot: lingua originale senza wikilink)
m (corr. min. forma)
|didascalia = Frontespizio del I volume della VI edizione (1835)
|autore = [[Académie française]]
|annoorig = [[1694]], [[1718]], [[1740]], [[1762]], [[1798]], [[1835]], [[1878]],- [[1935]]
|annoita =
|genere = [[dizionario]]
|sottogenere =
|lingua = francese
|ambientazione =
|personaggi =
|protagonista =
|coprotagonista =
|antagonista =
|altri_personaggi =
|serie =
|preceduto =
|seguito =
}}
 
Il '''''Dictionnaire de l'Académie française''''' (Dizionario dell'[[Accademia di Francia]]) è il [[dizionario]] ufficiale della [[lingua francese]] curato dall<nowiki>'</nowiki>[[Académie française]], sotto la direzione del suo segretario generale perpetuo.
 
== Storia ==
 
== Storia editoriale ==
La redazione del ''Dictionnaire'' iniziò nel [[1638]], su invito del [[Armand-Jean du Plessis de Richelieu|cardinale Richelieu]]. Il progetto, diretto dagli accademici [[Claude Favre de Vaugelas]] e [[Jean Chapelain]], era ispirato a una concezione [[purismo (linguistica)|purista]] della [[lingua francese]]: il ''Dictionnaire'' non avrebbe dovuto prendere in considerazione tutto il lessico della lingua francese e non avrebbe dovuto elencare tutti i significati di una singola parola; al contrario, avrebbe dovuto essere un dizionario normativo in grado di suggerire il buon uso del lessico. Nel ''Dictionnaire'' non sarebbero state pertanto inserite gli arcaicismi, i vocaboli di [[registro (linguistica)|registro]] basso o colloquiale, i neologismi, le parole appartenenti al lessico specialistico di arti, mestieri e della scienza, tranne quelle riguardanti le arti dell'[[aristocrazia]] (la [[caccia]], la [[scherma]], ecc.)
 
== Collegamenti esterni ==
* [http://www.academie-francaise.fr/dictionnaire/ Académie française, ''Dictionnaire de l'Académie française'']
 
{{Portale|Francia|linguistica|Web}}
 
242 086

contributi

Menu di navigazione