Società ornitologica italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Società ornitologica italiana
AbbreviazioneSOI
Tipopromozione e ricerca nel campo dell'ornitologia
Fondazione1975
FondatoreFerrante Foschi
Gino Fantin
Elio Augusto Di Carlo
Gianfranco Geronzi
Sede centraleItalia Ravenna
PresidenteItalia Azelio Ortali
Sito web

La Società ornitologica italiana (comunemente abbreviata SOI) è un'associazione fondata nel 1975 col fine di promuovere gli studi ornitologici: ricerca sistematica, comportamentale, sul campo e gli studi di osservazione diretta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce con atto notarile a Bologna ad opera di Ferrante Foschi di Forlì, un avvocato ed appassionato ornitologo. Viene scelta come sede il Museo ornitologico e di scienze naturali di Ravenna. La SOI, dal 1976, pubblica la rivista Gli Uccelli d'Italia.
I vice presidenti nella fondazione furono il veneto Gino Fantin ed il decano dell'ornitologia laziale Elio Augusto Di Carlo con la segreteria affidata a Gianfranco Geronzi di Senigallia. All'epoca tra i consiglieri, membri della segreteria e rappresentanti regionali la SOI annoverava firme prestigiose del mondo ornitologico nazionale quali: Stefano Allavena, Pierandrea Brichetti, Antonio Caterini, Carlo Cova, Elio Augusto Di Carlo, Aldo Pazzucconi, Piero Meda, Azelio Ortali, Mario Spagnesi, Domenico Travaglini, Sandro Bruna, Ugo Foscolo Foschi, Mario Rota, Gino Fantin, Silvio Spanò, Nicola Norante ed Aurelio Burgio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale della SOI, su soi-udi.org. URL consultato il 27 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2013).
Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uccelli