So Long, Astoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
So Long, Astoria

Artista The Ataris
Tipo album Studio
Pubblicazione 4 marzo 2003
Durata 48 min : 55 s
Dischi 1
Tracce 13
Genere Alternative rock[1]
Pop punk[1]
Punk revival[1]
Etichetta Columbia Records
Produttore Lou Giordano
Registrazione Da agosto a novembre 2001 agli Ocean Studios di Burbank, California, ai Grandmaster di Hollywood, California, e agli Orange Whip Studios a Santa Barbara, California
Certificazioni
Dischi d'oro Stati Uniti Stati Uniti[2]
(Vendite: 500.000+)
The Ataris - cronologia
Album precedente
(2001)
Album successivo
(2004)
Singoli
  1. In This Diary
    Pubblicato: 11 febbraio 2003
  2. The Boys of Summer
    Pubblicato: 29 settembre 2003
  3. The Saddest Song
    Pubblicato: 5 novembre 2003

So Long, Astoria è il titolo del quarto album in studio dei The Ataris, pubblicato il 4 marzo 2003 dalla Columbia Records[1].

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. So Long, Astoria
  2. Takeoffs and Landings
  3. In This Diary
  4. My Reply
  5. Unopened Letter to the World
  6. The Saddest Song
  7. Summer '79
  8. The Hero Dies in This One
  9. All You Can Ever Learn Is What You Already Know
  10. The Boys of Summer
  11. Radio #2
  12. Looking Back on Today
  13. Eight of Nine
Tracce fantasma
  1. I Won't Spend Another Night Alone
  2. The Saddest Song (Acoustic)
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Beautiful Mistake
  2. Rock 'N' Roll High School

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Altri musicisti
  • Angus Cooke – violoncello
  • Glen Phillips – cori
  • Tim Pagnotta – cori
  • James Muhawi – piano in The Saddest Song
  • Mike Herrera – cori in Radio #2

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) So Long, Astoria in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 13 marzo 2014.
  2. ^ (EN) Gold & Platinum Searchable Database - The Ataris, RIAA. URL consultato il 13 marzo 2014.
punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk