Single point of failure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In un sistema informatico il single point of failure, letteralmente singolo punto di vulnerabilità, è una sua univoca componente (hardware o software) che in caso di malfunzionamento o anomalia causa disfunzione dell'intero sistema. Al single point of failure viene contrapposto il concetto di ridondanza, che prevede l'irrobustimento del sistema attraverso la duplicazione dei componenti vitali.

Delle architetture informatiche adottate per implementare sistemi ridondanti i più diffusi sono i cluster HA dove opportuni algoritmi hypervisor possono prontamente e automaticamente rimpiazzare quei servizi o sistemi malfunzionanti.

Sotto il profilo hardware sono stati adottate numerose implementazioni ridondanti: alimentazione ridondante per mezzo di due distinti circuiti, impiego di tecnologie RAID, raddoppio delle schede ethernet e, recentemente, produzione di motherboard ridondanti in chipset e bus.