Siardo di Mariengaard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Siardo
Siardus van Mariëngaarde.jpg
Incisione seicentesca

Abate

Morte 1230
Venerato da Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Canonizzazione papa Benedetto XIII nel 1728
Santuario principale Abbazia di Windberg, presso Norimberga
Ricorrenza 14 novembre

Siardo di Mariengaard (... – Mariëngaarde, 13 novembre 1230) è stato un abate della Frisia; per i numerosi miracoli avvenuti sulla sua tomba la Chiesa cattolica lo considera un santo e lo commemora il 14 novembre.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque da una ricca famiglia della Frisia intorno alla metà del XII secolo. Frequentò la scuola del convento norbertino di Mariëngaarde (il Giardino di Maria; Hortus Beatae Mariae Virginis), dove entrò come monaco sotto l'abate fondatore, san Federico di Hallum. Nel 1194 Siard divenne il suo successore e quindi fu il quinto abate del monastero di Mariengaarde, incarico che mantenne per 36 anni.

Visse sempre in modo schietto ed ebbe una cura speciale nei confronti dei poveri; condusse una vita priva di sfarzi e comodità, fu esempio e modello per i suoi frati, partecipando anche alla costruzione di dighe. Morì, nel convento di Mariëngaarde il 13 novembre del 1230.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo la sua morte sulla sua tomba avvennero molti miracoli è così ebbe inizio la sua venerazione da parte dei fedeli. Dopo la distruzione del Mariëngaarde durante la Riforma luterana, le sue reliquie furono trasferite a Tongerloo nelle Fiandre nel 1617: oggi le reliquie sono conservate nell'Abbazia di Windberg, presso Norimberga in Baviera.

Il suo culto è stato istituito da papa Benedetto XIII nel 1728.

La Chiesa cattolica lo commemora il 14 novembre; dal Martirologio Romano: "A Malgarten in Frisia, nell'odierna Olanda, san Siardo, abate dell'Ordine Premostratense, insigne per l'osservanza della regola e per la generosità verso i poveri".

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bernard Ardura, Premostratensi: nove secoli di storia e spiritualità di un grande ordine religioso, Bologna: ESD, 1997, p. 135.
  • Vitae Abbatum Orti Sanctae Marie: Vijf abtenlevens van het klooster Mariengaarde in Friesland, inleiding, editie en vertaling H.Th.M. Lambooij en J. A. Mol met medewerking van M. Gumbert-Hep en P. N. Noomen, Hilversum - Leeuwarden 2001 (contiene la Vita sancti Siardi)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN170310147 · GND (DE143978225