Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Shona (popolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shona
Shona witch doctor (Zimbabwe).jpg
Uno stregone Shona
 
Nomi alternativiNyanja
Luogo d'origineZimbabwe, Mozambico e Zambia[1]
Popolazione9.000.000[1]
ReligioneCristianesimo, animismo[1]

Shona (pronunciato /ˈʃoʊnə/) sono gruppo etno-linguistico del gruppo bantu, diffusi in Zimbabwe, nello Zambia[1] ed in Mozambico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si contano circa 9 milioni di persone che parlano una varietà di dialetti che appartengono alla forma standardizzata conosciuta come lingua shona[1] (una lingua bantu). Un piccolo gruppo di parlanti Shona è emigrato alla fine dell'Ottocento e vive in Zambia, nella Valle dello Zambesi. Gli Shona sono agricoltori, coltivatori di piselli, arachidi, mais, diversi tipi di vegetali, zucche e patate dolci.

Clan[modifica | modifica wikitesto]

I 5 clan principali sono:

  • Karanga: sono il più grande clan, pari al 35% degli 11,5 milioni di cittadini dello Zimbabwe
  • Zezuru o Zeseru: sono il secondo clan più numeroso, e comprendono circa un quarto della popolazione totale
  • Manyika: situati nella zona di Manicaland, sono 1,8 milioni
  • Ndau
  • Korekore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Ehnologue: Shona Shona, ethnologue. URL consultato il 3 settembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN: (ENsh85081808 · GND: (DE4077151-9 · BNF: (FRcb11937479j (data)