Sgrassatura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La sgrassatura o sgrassaggio è un procedimento di pulizia dove viene finalizzata la pulitura intesa come disgregazione, scompattazione e modificazione delle molecole oleose e grasse presenti sulla superficie di un materiale.

Tale processo chimico-fisico si distingue dal normale lavaggio e pulitura dato che si prefigge di cambiare totalmente lo stato degli oli leggeri o pesanti, sintetici o naturali, raffinati o grezzi tal quali. Viene realizzato con l'ausilio di opportuni agenti sgrassanti, spesso disciolti in soluzioni contenute in apposite vasche o bagni. Può essere sfruttata anche l'azione degli ultrasuoni.

Nell'industria, lo sgrassaggio rappresenta di sovente un comune pretrattamento al quale si fanno seguire ulteriori lavorazioni (come ad esempio la deposizione galvanica).

In ambiente domestico, la sgrassatura viene effettuata principalmente in cucina mediante l'impiego di sgrassatori, i quali sono disponibili in commercio pronti all'uso oppure concentrati, da diluire al momento dell'utilizzo. In cucina oltre lo sgrassaggio si deve detergere con prodotti particolarmente sicuri e biodegradabili, dove l'elemento principale, l’olio di cocco, ha PH neutro, e in questo caso il detergente multiuso diluito 1:5 è concentrato. Attualmente sul mercato ci sono sgrassatori super concentrati che usano una combinazione di agenti non-ionici, solventi organici e saponi naturali, quindi sicuri per la salute di tutti. Dovrebbero disinfettare rimuovendo germi e batteri, non tossico, non infiammabile. Gli sgrassatori per aziende super concentrati vengono diluiti 1 a 10 con appositi spruzzini o diluiti 1 a 3 per uno sgrassaggio migliore. Uno sgrassatore per aziende non deve contenere potenti solventi alcalini a base di idrocarburi, che sono petrolio, benzene ed altro.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia