Servas Porte Aperte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Servas Porte Aperte
Tipo ONG
Affiliazione internazionale Servas International
Fondazione 1949[1]
Sito web 

Servas Porte Aperte è un'associazione culturale senza fini di lucro, aconfessionale e apartitica, legata ai temi della pace[2]. Ha carattere nazionale e fa parte dell'associazione Servas International, Federazione internazionale non governativa di gruppi attivi in più di 130 Paesi[3]. Al momento della fondazione all'organizzazione venne dato il nome "Peacebuilders" (“Costruttori di Pace” in inglese) che fu successivamente modificato in Servas[4], che in esperanto significa "servire"[2]. Nello specifico, "servire la pace", così come l'ha inteso Bob Luitweiler che sviluppò le idee sulla cui base Servas fu fondata nel 1949 come strumento di sostegno al movimento pacifista. L'Associazione Servas Porte Aperte in Italia ha circa 2000 soci (2015).[5]

Scopi[modifica | modifica wikitesto]

Una assemblea locale dei soci Servas (Collegno, 2016)

Servas Porte Aperte, ispirandosi allo statuto di Servas International, si propone di contribuire alla diffusione della pace e della nonviolenza tramite una rete internazionale di ospitanti e viaggiatori. Gli obiettivi sono perseguiti attraverso i rapporti tra ospitante e viaggiatore, spesso di diversa etnia, cultura ed esperienza. Tali rapporti, fondati sulla fiducia, comprensione e tolleranza, si trasformano a volte in amicizia. Come tutti i sistemi di ospitalità gratuita, rispetto al turismo tradizionale questo modo di viaggiare permette una conoscenza più vera, profonda e meno consumistica del luogo visitato.

L'Associazione comprende le seguenti categorie di soci:

  1. "Porte Aperte", che offrono ospitalità e pernottamento;
  2. "Day Host", che offrono compagnia e ospitalità, ma non il pernottamento;
  3. "Viaggiatori", che ricevono ospitalità.

Ogni socio può essere Porta Aperta/Day Host, oppure Viaggiatore, o entrambi.

Per iscriversi è necessario essere approvati da un rappresentante coordinatore regionale o da un local help dell'associazione [6] tramite un colloquio e pagare una quota annuale che varia per ciascun Paese. Al socio che desidera viaggiare all'estero viene rilasciata una lettera di viaggio con cui si presenterà alle Porte Aperte dei Paesi che vuole visitare; ha inoltre a disposizione una lista dei soci di quel Paese per poterli contattare e chiedere ospitalità. L'ospitalità viene data di solito per due giorni, durante i quali si trascorre del tempo insieme per cercare di conoscere la cultura del luogo e le persone che ospitano. Il socio che desidera ospitare verrà contattato da eventuali viaggiatori: se disponibile, si accorderà con essi. L'ospitalità è gratuita.

A livello nazionale e regionale, Servas tiene viva la vita associativa con incontri periodici. A livello internazionale, vengono organizzati incontri tra i soci e diverse iniziative sui temi della pace e della nonviolenza, della comunicazione nonviolenta e per i giovani[2].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Striscione Servas

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Auerbach, No Single Loyalty: Many Strands One Design : a South African Teacher's Life, Waxmann Verlag, 2002, p. 222.
  2. ^ a b c Peter Greenberg, The Complete Travel Detective Bible: The Consummate Insider Tells You What You Need to Know in an Increasingly Complex World, Rodale, 2007, p. 160.
  3. ^ Pam Grout, The 100 Best Vacations to Enrich Your Life, National Geographic Books, 2009, p. 279.
  4. ^ David Clark, Basic communities: towards an alternative society, SPCK, anno 1977, p. 208.
  5. ^ La pace che viaggia e ospita, Moviduepuntozero, 9 maggio 2015. URL consultato il 27 novembre 2016.
  6. ^ Servas Italia: chi siamo e come iscriversi, Servas Italia. URL consultato il 27 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]