Semilavorato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Prodotto intermedio" rimanda qui. Se stai cercando il prodotto intermedio di una reazione chimica, vedi Intermedio di reazione.

Con il termine semilavorato o prodotto intermedio si intende un particolare prodotto che necessita di ulteriori lavorazioni per essere commercializzato come prodotto finale. In altre parole, il semilavorato non ha altra funzione che non sia la sua successiva lavorazione.

Il D.p.r. n. 1496 del 30 dicembre 1970 fornisce la seguente definizione di semilavorati:

« i prodotti di processi tecnologici di qualsiasi natura, meccanici e non, che pur presentando una struttura finita o semi finita, non risultino diretti ad uno specifico uso o funzione, ma siano destinati ad essere intimamente inseriti in oggetti composti, garantiti, nel loro complesso dal produttore che opera il montaggio »

Esempi di semilavorati[modifica | modifica wikitesto]

Un esempio di semilavorato nel campo dell'edilizia è la piastrella.

Nell'industria chimica esistono molti casi di prodotti intermedi. Ad esempio la maggior parte dell'etilene prodotto viene utilizzato per sintetizzare altre sostanze chimiche. A loro volta, alcuni prodotti dell'etilene (tra cui etilbenzene, ossido di etilene, acetaldeide, 1,2-dicloroetano) costituiscono dei prodotti intermedi, in quanto vengono utilizzati per la sintesi di altre sostanze, mentre altri prodotti dell'etilene (tra cui polietilene) costituiscono il prodotto finale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]