Rotella (arma)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Rotella
Rotella ottomana (Firenze, Museo Stibbert)
Tiposcudo
Produzione
Entrata in servizioXIV secolo
voci di armi presenti su Wikipedia

La rotella è un tipo di scudo leggero rotondo, in uso soprattutto tra il quattordicesimo e il sedicesimo secolo.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Scudi rotondi sono esistiti in dimensioni molto variabili e sono stati molto popolari in Europa, Asia e Americhe, durante l'età del bronzo, il periodo classico (come il clipeo e la parma),[1][3] il periodo post-classico e il periodo moderno precoce, in forme diverse. Durante l'età del bronzo erano generalmente grandi e progettati per difendere quanto per colpire (come gli scudi di bronzo degli Spartani),[4][5] mentre dal tardo periodo post-classico erano principalmente progettati per parare e rispondere (come il piccolo scudo a braccio, sostituito dallo scudo a goccia o a testa di cavallo)[6]. Durante il Medioevo si utilizzavano per difendere la mano sinistra dagli attacchi di spada.[3]

Anche se offrivano meno protezione, specialmente alle gambe rispetto allo scudo a pipistrello (la pelta), lo scudo rotondo veniva talvolta usato come arma d'attacco. La rotella rinascimentale era generalmente in legno ricoperto di pelle, cuoio o metallo, e aveva di solito una parte centrale fortemente convessa (umbone), in alcuni casi munita di punta per offendere; nella parte interna aveva un'imbracciatura in cuoio e una maniglia di ferro imbottita e rivestita pure di cuoio.[1]

Tipica era la dotazione di scudi rotondi ad esempio nell'esercito ottomano, derivato dal dhal indiano, a sua volta di derivazione ellenistica[7].

Nella cultura[modifica | modifica wikitesto]

  • Su uno scudo a rotella da parata è dipinta la celebre Medusa (1598 ca.) di Caravaggio.
  • La rotella è anche un elemento dell'araldica; ha trovato larga diffusione in Francia e pochissima in Italia.[1][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Rotèlla, su treccani.it. URL consultato il 6 febbraio 2024.
  2. ^ (EN) rotella, su dizionario.internazionale.it. URL consultato il 6 febbraio 2024.
  3. ^ a b c Claudio Rendina, Gli ordini cavallereschi, Newton Compton Editori, 2016.
  4. ^ (EN) The Bronze Age shields, su en.natmus.dk. URL consultato il 6 febbraio 2024.
  5. ^ (EN) Pamela Bradley, The Ancient World Transformed Year 12 - Societies, Personalities and Historical Periods from Egypt, Greece and Rome, Cambridge University Press, 2014, p. 90.
  6. ^ Clements, John (1998), Medieval Swordsmanship: Illustrated Methods and Techniques, Boulder, Colorado: Paladin Press. ISBN 1-58160-004-6
  7. ^ Bernard Marillier, Gli indoeuropei, L'Età dell'Acquario, 2020, pp. 103-104.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Rotèlla, su treccani.it. URL consultato il 6 febbraio 2024.
  Portale Armi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di armi