Rapaport diamond report

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Rapaport diamond report è un listino prezzi che rappresenta lo standard de facto[1] per la quotazione dei diamanti. Esso viene pubblicato settimanalmente e viene usato da gioiellieri e commercianti per stabilire i prezzi di vendita dei diamanti. Il listino è costituito da una tabella in cui sono riportate le quotazioni di diamanti incolori tabulate in base alle cosiddette 4C: caratura, colore, taglio (in inglese cut), purezza (in inglese clarity). Il report è protetto da copyright ed è disponibile solo a chi ha sottoscritto un apposito abbonamento.

L'azienda produttrice, Rapaport Group di Anversa è stata fondata nel 1976 dall'olandese Martin Rapaport. La pubblicazione della lista ha avuto inizio nel 1978.[2]

Si ritiene che la pubblicazione del listino abbia contribuito ad abbassare il prezzo dei diamanti rispetto al picco raggiunto in seguito alla Rivoluzione iraniana[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Publikasjoner
  2. ^ About Rapaport, su Diamonds.net. URL consultato il 13 novembre 2012.
  3. ^ Diamond Price List History - Martin Rapaport | PriceScope