Quattrocento (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Quattrocento
Titolo originaleQuattrocento
AutoreSusana Fortes
1ª ed. originale2007
Genereromanzo
Sottogenerestorico
Lingua originale spagnolo
AmbientazioneFirenze

Quattrocento è un romanzo storico di Susana Fortes.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Quattrocento è un romanzo a metà tra il romanzo rosa e il romanzo storico ambientato a Firenze, narra in modo altamente "creativo" la vicenda della Congiura dei Pazzi, contrapponendo capitoli ambientati nella Firenze contemporanea dove la protagonista, la dottoranda universitaria Ana Sotomayor, è innamorata del suo professore brizzolato e al contempo alla ricerca di indizi per svelare come realmente avvenne la congiura, a capitoli ambientati nella Firenze medicea rinascimentale, dove il pittore Pierpaolo "Lupetto" Masoni e il suo apprendista Luca si trovano coinvolti in questa vicenda. La trama è incentrata su un'opera (inesistente) del pittore (inesistente), la Madonna di Nievole. La geografia cittadina di Firenze è sconvolta dall'invenzione da parte dell'autrice di vie che sono state costruite solo secoli dopo i fatti rinascimentali, come pure lo scenario storico-politico altamente irreale rispetto alle testimonianze dell'epoca.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura