Prima pensa, poi parla, perché parole poco pensate portano pena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Prima pensa, poi parla, perché parole poco pensate portano pena è un'espressione proverbiale della lingua italiana.

Conosciuto come "la regola delle 10 P"[1] o "le 10 P della saggezza".

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Il significato, in pratica, sta nella frase stessa, ovvero nel riflettere prima di parlare per evitare spiacevoli conseguenze.[2]

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Questo detto viene dall'Antica Grecia quando un Ateniese offese un guerriero e di conseguenza venne ucciso dall'altro.[2] In alcune versioni si trova anche con l'ultima parola al plurale.[3]

Versioni alternative[modifica | modifica wikitesto]

"Prima pènsa, poi parla, pèrchè parlare prima di pènsare può portare parècchi problèmi."

Versione alternativa tramandata oralmente (nota anche come "Regola delle 12 P" o "Le 12 P del Maestro". Diffusasi dapprima nella Grecia antica e, successivamente, divenuta famosa perlopiù in Piemonte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Proverbio, su Aforismi Meglio.it.
  2. ^ a b Maria Chiara Cesarano, L'origine di 10 proverbi comuni e il loro significato, su ilbuongiorno.it.
  3. ^ La regola delle 10 P non muore mai, su spotpol.wordpress.com, 9 giugno 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica