Planking

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Persona che fa planking in un campo

Planking (o Lying Down Game) è un'attività che consiste nel distendersi faccia a terra in una località strana o improbabile. Entrambe le mani devono toccare i fianchi. Venire fotografati durante l'azione e postare poi l'immagine su internet è parte integrante del gioco[1]. La sfida sta nel trovare la località più particolare e originale in cui giocare[1]. Il termine "planking" significa "imitare un tavolato in legno". Mantenere la rigidità del corpo è un'altra delle caratteristiche essenziali del gioco.

Dall'inizio del 2011 molti dei partecipanti al gioco si sono fatti fotografare sopra pali, tetti e veicoli. Ma il planking può constare anche nel distendersi semplicemente su una superficie piatta, o mantenere il corpo orizzontale pur essendo sostenuti solo in alcuni punti del corpo mentre altre zone sono sospese nel nulla.

Storia e origini[modifica | modifica wikitesto]

L'attore Tom Green asserisce di aver inventato il planking nel 1994[2] e ha fornito delle prove video tratte da MTV[3]. Un'altra versione vuole che Gary Clarkson e Christian Langdon ne siano gli inventori: secondo la BBC, essi dicono di aver inventato il planking nel 2000[4], mentre Tom Meltzer (The Guardian) dice di esserne l'inventore, avendo ideato questo gioco prima del 1998, chiamato all'epoca semplicemente "The Lying Down Game"[5].

Il 19 luglio 2011 vi è una singolare evoluzione di quello che fino ad allora risultava essere solo un gioco: un numero elevato di studenti dell'Università delle Filippine si sdraia a terra, riproducendo le modalità del planking, al fine di protestare contro i tagli all'istruzione[6]. Due mesi dopo un altro gruppo di manifestanti, per protestare contro l'aumento dei prezzi dei carburanti, blocca le strade della capitale Manila usando al stessa tattica[7]. Il planking utilizzato come metodo di resistenza nonviolenta e disobbedienza civile diventa in rapido tempo così frequente e così efficace da portare la giunta comunale di Quezon City (città più popolosa delle Filippine) ad emanare un Anti-Planking Act al fine di impedire la pratica del planking come forma di dissenso. La notizia ottenne rapidamente una forte eco su Internet, portando la maggior parte degli utenti a esprimere solidarietà ai manifestanti e a deridere il provvedimento[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The lying down game: how to play, in The Telegraph, London, 9 settembre 2009. URL consultato il 13 novembre 2010.
  2. ^ (EN) Jon Bershad, You Know That Internet Phenomenon ‘Planking’? Seems That Tom Green Invented It In 1994, su MediaIte.com, 13 luglio 2011. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  3. ^ (EN) Tom Green Created Planking - 1994!, su YouTube.it, 14 luglio 2011. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  4. ^ (EN) Who, What, Why: What is planking?, in BBC News Magazine, BBC, 16 maggio 2011. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  5. ^ (EN) Tom Meltzer, Planking: a brief history, su Guardian.co.UK, 16 maggio 2011. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  6. ^ (EN) Cécile Loïal, Philippine students are lying down to stand up for what they believe, su observers.france24.com, France 2, 28 settembre 2011. URL consultato il 18 novembre 2018.
  7. ^ (EN) Elizabeth Flock, Anti-planking act proposed in Philippines after people plank in Manila streets, su www.washingtonpost.com, The Washington Post, 20 settembre 2011. URL consultato il 18 novembre 2018.
  8. ^ (EN) Emily Hewett, Anti-planking act proposed after protesters stop traffic in Philippines, su metro.co.uk, 21 settembre 2011. URL consultato il 18 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Internet Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet