Pinito di Cnosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Pinito di Cnosso

Vescovo

 
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza10 ottobre

San Pinito di Cnosso (... – II secolo) è stato un vescovo e santo greco antico, vescovo di Cnosso alla fine del II secolo.

Considerato santo dalla Chiesa cattolica, è ricordato il 10 ottobre.

Agiografia[modifica | modifica wikitesto]

Non si sa molto sulla sua vita, ma ci è giunta una testimonianza di Eusebio di Cesarea, che lo descrive come uno degli scrittori ecclesiastici più importanti del suo tempo.

Pinito era in contatto costante con Dionigi di Corinto, e sembra che ci sia stato disaccordo tra i due. Dionigi sembra aver scritto a Pinito chiedendogli di non imporre un giogo troppo rigido di castità sui suoi fedeli, ma Pinito rimase impassibile da questo consiglio.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

San Pinito di Cnosso dalla Chiesa cattolica, è ricordato il 10 ottobre. Nel Martirologio Romano: "Commemorazione di san Pinìto, vescovo di Cnosso nell'isola di Creta, che fiorì sotto gli imperatori Marco Antonino Vero e Lucio Aurelio Commodo e con i suoi scritti provvide sommamente alla fede e alla crescita spirituale del gregge a lui affidato".

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]