Patrimonio disponibile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nell'ordinamento italiano il patrimonio disponibile è l'insieme di beni non vincolati e disponibili alle più diverse forme di utilizzo di proprietà dello Stato, delle Regioni o dei Comuni. La gestione del patrimonio disponibile rientra nella sfera del diritto privato. Il fine di tale tipologia di beni non è strettamente correlato alla funzione pubblica svolta dall'ente stesso; pertanto, non di rado, tali beni sono oggetto di alienazione a privati o di trasferimento ad altre Amministrazioni, nel caso che la loro conservazione - tra i beni dell'ente - costituisca onere eccessivo, per le specifiche finalità istituzionali.

Beni immobili vacanti[modifica | modifica wikitesto]

Il codice civile italiano disciplina il caso in cui vi siano dei beni immobili senza alcun proprietario. Tali beni rientrano, automaticamente, nel patrimonio dello Stato (art. 827 c.c.)

Riferimenti normativi[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Caretti e Ugo De Siervo, Istituzioni di diritto pubblico, Torino, Giappichelli Editore, 1996. ISBN 8834862104.
  • Andrea Torrente e Piero Schlesinger, Manuale di diritto privato, Milano, Giuffrè editore, 1995. ISBN 8814044880.
  • Aldo M. Sandulli, Manuale di diritto amministrativo, Napoli, Jovene editore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]