Papiro Rylands 458

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
P. Rylands 458

Il Papiro Rylands 458 (P. Rylands 458) è considerato la prima più antica copia della versione greca del Vecchio Testamento conosciuta come Versione dei Settanta o Septuaginta.

Il manoscritto è stato utilizzato a discutere il Tetragramma, ma contiene solo spazi vuoti in luoghi in cui alcuni studiosi come C. H. Roberts ritengono che contenente letras.[1] Secondo Paul E. Kahle, il tetragramma deve essere stato scritto nel manoscritto in tali alterazioni o spazi sbiancati appaiono.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sidney Jellicoe, The Septuagint and Modern Study, Indiana: Eisenbrauns, 1968, pp. 271–2, ISBN 0-931464-00-5.
  2. ^ (EN) Paul E. Kahle, The Cairo Geniza, Oxford: Basil Blackwell, 1959, p. 222, ISBN 0758162456.
Bibbia Portale Bibbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bibbia