Papero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Papero (in alcuni usi regionali, per esempio a Roma, papera[1]) significa oca domestica giovane[2], non ancora in fase riproduttiva. Il termine è talvolta usato, poi, per indicare diverse specie di uccelli appartenenti alla famiglia degli Anatidi, e può anche essere inteso come sinonimo di anatra. Il sostantivo papero deriva dall'onomatopea p... r usata per mimare il verso di questi uccelli.[3]

Personaggi immaginari[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo del fumetto e dell'animazione, con il termine "papero" ci si riferisce a diversi personaggi rappresentati come paperi antropomorfi. Il più noto di questi personaggi è Paperino, creato nel 1934 da Walt Disney. Il suo successo è stato tale da dare il via a un gran numero di paperi, in casa Disney e non solo, tanto da rendere lo stereotipo del papero antropomorfo parte della cultura collettiva, oltre che uno dei più sfruttati cliché del fumetto, soprattutto umoristico.

Disney

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Famiglia Duck.

Il primo e il più famoso dei paperi della Banda Disney è Paolino Paperino. Altri celebri paperi Disney sono (in ordine alfabetico):

Altri

Altri paperi celebri del mondo del fumetto e dell'animazione sono:

Altri significati[modifica | modifica wikitesto]

Altri significati del termine "papero" sono:

  • La papera è un termine che indica, generalmente, errori o strafalcioni in eventi sportivi o di qualsiasi altro genere. Il termine venne coniato nel 1912 dall'allenatore della nazionale di calcio Umberto Meazza, con riferimento alla disastrosa prestazione del portiere Vittorio Faroppa in occasione dell'incontro che l'Italia il 17 marzo perse per 3-4 contro la Francia. Meazza affermò: "Vittorio stava in porta con piedi larghi e goffi, sembrava una papera"; da allora il termine entrò nel linguaggio comune col significato di errore madornale.
  • Il Papero è anche il soprannome del calciatore brasiliano Alexandre Pato. Pato infatti in portoghese vuol dire papero e questo soprannome nasce dalla città natale del calciatore, Pato Branco.
  • Papero in gergo piscatorio è anche il soprannome con il quale in alcune zone d'Italia viene denominato il luccio, a causa della forma della sua bocca che ne ricorda il becco.
  • Papero è soprannome di alcune locomotive (vedi Soprannomi di rotabili ferroviari).
  • Papera è un modello di motociclo della Lambretta

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ papera, in Vocabolario Treccani in linea, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 9 giugno 2020. Fuori di tali usi regionali, papera indica la femmina dell'animale.
  2. ^ Così i dizionari e le enciclopedie, come il Devoto-Oli, il De Mauro, il Gabrielli, il Garzanti, il Sabatini-Coletti, la Treccani.
  3. ^ Giacomo Devoto, Avviamento all'etimologia italiana, Milano, Mondadori, 1979.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uccelli