Palazzo Arcivescovile (Siena)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Arcivescovile
Siena, palazzo arcivescovile 02.JPG
Il Palazzo Arcivescovile di Siena
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàSiena
Indirizzopiazza del Duomo, 5
Coordinate43°19′03.72″N 11°19′42.24″E / 43.3177°N 11.3284°E43.3177; 11.3284Coordinate: 43°19′03.72″N 11°19′42.24″E / 43.3177°N 11.3284°E43.3177; 11.3284
Informazioni generali
CondizioniIn uso

Il palazzo Arcivescovile di Siena, dimora dell'Arcivescovo metropolita e sede istituzionale dell'Arcidiocesi di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino, si trova in piazza del Duomo, a sinistra della cattedrale di Santa Maria Assunta.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta una facciata settecentesca, mimetizzata però dall'uso dello stile gotico senese del Trecento. L'ordine inferiore è a strisce bianche e nere, quello superiore in laterizio, risalente al 1718-1723.

Qui fino alla metà del Seicento ebbero sede i canonici e il rettore dell'Opera della Metropolitana, mentre l'arcivescovado era posto sul fianco destro della cattedrale. I rispettivi edifici vennero demoliti in seguito al progetto di risistemazione urbanistica dell'area intorno al duomo, voluta dal papa senese Alessandro VII (1655-1667).

Gli arredi e le decorazioni interne hanno subito sostanziali modifiche nei secoli, soprattutto a seguito delle occupazioni che si fecero in epoca napoleonica e dopo l'unità d'Italia. Rimane oggi di pregevole valore la cappella di Palazzo, in forme tardo barocche, secondo il progetto voluto dal cardinale arcivescovo Antonio Felice Zondadari (1740-1823). La Cappella è intitolata a san Biagio, vescovo e martire, titolo che assunse dopo la soppressione granducale del feudo vescovile di Murlo (1778), dove esisteva una cappella in cui si conservava un'antica reliquia del santo vescovo taumaturgo. La reliquia oggi è conservata nella cappella del palazzo Arcivescovile e viene esposta e venerata ogni anno il 3 febbraio, memoria liturgica di san Biagio. In questo giorno il palazzo Arcivescovile, normalmente utilizzato come residenza dell'arcivescovo e sede istituzionale dell'arcidiocesi, viene aperto al pubblico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Toscana. Guida d'Italia (Guida rossa), Touring Club Italiano, Milano 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]