Osso di Lebombo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Osso di Lebombo è probabilmente uno dei più antichi manufatti di uso matematico mai realizzati dall'uomo. Consiste di una fibula di babbuino, che porta incise molto chiaramente 29 tacche.[1] L'oggetto è stato rinvenuto nel 1970 nei lavori di scavo nella Border Cave, una grotta con reperti del periodo Paleolitico che si trova sui Monti Lebombo, nel nord della provincia del KwaZulu-Natal nel Sudafrica al confine con lo Swaziland.[2] [3] Il reperto è stato datato al 35.000 a.C.

La presenza delle 29 incisioni suggerisce che potrebbe essere stato usato dalle donne locali come un contatore di fasi lunare per tenere traccia dei cicli mestruali. Certamente l'osso di Lebombo assomiglia ai bastoni da calcolo ancora oggi usati come calendari dai Boscimani della Namibia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MathWorld-Team - Lebombo Bone, 1999-2009
  2. ^ Lebombo bone
  3. ^ David J. Darling, The Universal Book of Mathematics: From Abracadabra to Zeno's Paradoxes, John Wiley and Sons, 2004, ISBN 0-471-27047-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • David J. Darling, The Universal Book of Mathematics: From Abracadabra to Zeno's Paradoxes, John Wiley and Sons, 2004, ISBN 0-471-27047-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia
Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica
Archeologia Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia