Ora pro nobis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La locuzione latina ora pro nobis (lett. "prega per noi") deriva direttamente dalla preghiera cristiana Ave Maria, che, verso la fine, recita: "Sancta Maria, mater Dei, ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostrae. Amen" (santa Maria, madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.").

In realtà, la locuzione deriva dalle Litanie dei santi, sempre in latino, nelle quali si alterna "ora pro nobis" a "orate pro nobis", e a "ora pro eo", "ora pro eis" (durante le litanie per i defunti); tali litanie erano sicuramente note a tutti, perché si cantavano diverse volte nell'anno liturgico, soprattutto nelle Quattro tempora e nella liturgia pasquale.

Curioso è l'esito di tale invocazione alla Madonna in alcuni dialetti d'Italia, in cui, talora, originariamente forse con intento parodistico o ironico, è stata mutata in ora(te) pro me, espressione che si è poi mantenuta nel tempo per indicare un egoista o chi pensa al proprio guadagno (ad esempio nel friulano e nel triestino; e nel bolognese fare un'ora pro me equivale a "prendersi tutto").

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gian Luigi Beccaria, Sicuterat, Milano, Garzanti, 1999 (ISBN 8811600022) - in particolare p. 35

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina