Omicidio di Catherine Cesnik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Catherine "Cathy" Cesnik era una suora nonché insegnante di inglese e recitazione all'ex scuola superiore "Archbishop Keough", destinata a sole ragazze con sede a Baltimora, nel Maryland. Il 7 novembre 1969, la Cesnik scomparve[1]. Il suo corpo fu ritrovato il 3 gennaio 1970 vicino ad una discarica nei pressi di Lansdowne, sempre nel Maryland.[2] Il delitto non è mai stato risolto. L'omicidio della Cesnik è alla base del documentario di Netflix The Keepers.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Catherine Cesnik nacque il 17 novembre 1942, nel quartiere di Pittsburgh Lawrenceville. Aveva tre fratelli. Frequentò la St. Mary’s School sulla 57ª strada e la St. Augustine High School, entrambe nel quartiere di Lawrenceville. Fu la studentessa che tenne il discorso di diploma per la sua classe nel 1960. Ottenne il titolo di "reginetta di maggio" della scuola e la carica di presidentessa della sua classe e del consiglio studentesco.

Il padre di Cesnik morì nel 1985, mentre la madre è morta nel novembre 2015. Nessuno dei due ha mai scoperto chi uccise la figlia.[3]

Omicidio[modifica | modifica wikitesto]

All'epoca dell'omicidio, la Cesnik era una suora di 26 anni che insegnava alla Western High School, una scuola pubblica di Baltimora. Mentre frequentava la Archbishop Keough High School, si ritiene che due preti, incluso Padre Joseph Maskell, molestarono, abusarono sessualmente e stuprarono le studentesse della scuola, inoltre fecero stuprare le ragazze anche dalla polizia locale.[4] Si ritiene che Catherine fu uccisa perché stava per denunciare lo scandalo. Teresa Lancaster e Jean Wehner erano studentesse alla Keough e furono vittime di violenza sessuale da parte di Maskell e intentarono una causa alla scuola nel 1995 che fu respinta a causa dello Statute Of Limitations americano (sentenza Doe/Roe contro A. Joseph Maskell e altri.) Wehner disse che la Cesnik una volta venne da lei e le chiese gentilmente, "I preti ti stanno infastidendo?" La Lancaster e la Wehner dichiararono che lei fu l'unica che aiutò loro e le altre ragazze che erano state abusate da Maskell e gli altri, e che fu uccisa prima di discutere della faccenda con l'Arcidiocesi di Baltimora.[5][6] Non sono mai state rinvenute prove che collegassero Maskell all'omicidio. [7]

Jean Hargadon Wehner ha raccontato che, due mesi prima che il corpo di Catherine fosse rinvenuto, Maskell la portò nel punto dove aveva seppellito il corpo e glielo mostrò, dicendole "Vedi cosa succede quando racconti brutte cose sulle persone?"[8]

Nella cultura popolare[modifica | modifica wikitesto]

Netflix ha prodotto un documentario in 7 parti sulla vicenda, chiamato The Keepers, lanciandolo il 19 maggio 2017. Esso mostra interviste di studentesse della Cesnik e di alcune ragazze vittime degli abusi.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]