Numerazioni a sovrapprezzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Per numerazioni a sovrapprezzo (o numerazioni a valore aggiunto o numerazioni premium) s'intendono numerazioni telefoniche non geografiche soggette ad una tariffa maggiorata[1] rispetto a chiamate di telefonia tradizionale.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La maggiore tariffa addebitata all'utente chiamante (sono possibili differenti tariffe a seconda dell'Operatore utilizzato) costituisce il corrispettivo per la remunerazione del Fornitore di Contenuti. Sono numerazioni a sovrapprezzo i numeri inizianti con 89X ovvero 892, 894, 895 e 899. Il Fornitore di Contenuti, responsabile dell'utilizzo della numerazione, è obbligato ad inserire, prima del servizio a pagamento, un messaggio gratuito che deve obbligatoriamente indicare: la società che offre il servizio, la tipologia di servizio offerto, il costo al minuto, il costo dello scatto alla risposta e la durata massima della chiamata.

L'utilizzo delle numerazioni a sovrapprezzo è regolamentato dalla Delibera n. 26/08/CIR.

Tipologia[modifica | modifica wikitesto]

  • 892: servizi di carattere sociale-informativo
  • 894: servizi di chiamate di massa
  • 895: servizi di assistenza e consulenza tecnico-professionale
  • 899: servizi di intrattenimento e servizi a sovrapprezzo di vendita di prodotti e servizi trasmessi direttamente ed esclusivamente attraverso la rete di comunicazione elettronica

A partire dal 31 dicembre 2009 Le numerazioni 144 e 166 non sono più utilizzabili per servizi a valore aggiunto in quanto le numerazioni 1X sono riservate ai numeri di emergenza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia