Nucleo investigativo centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nucleo Investigativo Centrale
Nic.PNG
Descrizione generale
Attivo2007 - oggi
NazioneItalia Italia
ServizioPolizia Penitenziaria
CompitiPolizia giudiziaria
Investigazioni sulla criminalità organizzata
Antiterrorismo
SedeRoma
Mottopro veritate
Sito internetPagina ufficiale
Parte di
Reparti dipendenti
  • 11 Reparti regionali
  • Comandanti
    Comandante correnteAugusto Zaccariello
    Voci di forze di polizia presenti su Wikipedia

    Il Nucleo Investigativo Centrale è un reparto specializzato della Polizia Penitenziaria (acronimo NIC) che, come Servizio centrale di Polizia giudiziaria del corpo, si occupa di indagini in materia di criminalità organizzata e terrorismo, oltre che di dirigere le attività investigative delle articolazioni regionali e territoriali della Polizia penitenziaria.

    Istituito con D.M. del 14 giugno 2007. Riorganizzato con il D.M. del 28 luglio 2017, quando sono state stabilite le misure per la riorganizzazione delle strutture e delle funzioni e delle sue articolazioni territoriali, in attuazione dell’articolo 11, comma 2, lettera b), del Decreto del Ministro della giustizia 2 marzo 2016.

    Il Nucleo Investigativo Centrale opera nell’ambito del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria. [1]

    Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

    Il Comandante del Nucleo Investigativo Centrale è nominato dal Capo del DAP. La sede centrale è articolata in una Segreteria e sei unità operative. Sul territorio dispone di 11 articolazioni regionali, denominati "Nuclei Regionali", che hanno sede presso i Provveditorati regionali dell’Amministrazione Penitenziaria.

    Comandante del NIC dal 2014 è Augusto Zaccariello [2]

    Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

    Questo Servizio Centrale di Polizia giudiziaria, svolge in via continuativa e prioritaria, le funzioni di polizia giudiziaria indicate all’ art. 55 del codice di procedura penale, alle dipendenze funzionali e sotto la direzione dell’autorità giudiziaria, per fatti di reato commessi in ambito penitenziario o, comunque, direttamente collegati ad esso.

    L’attività investigativa, di iniziativa o su delega dell’autorità giudiziaria, è di regola svolta dal NlC relativamente a:

    • delitti di criminalità organizzata nazionale e internazionale;
    • delitti di terrorismo, anche interazionale, ovvero di eversione dell’ordine costituzionale;
    • indagini per fatti che riguardano più istituti penitenziari ovvero interessano ambiti territoriali eccedenti la regione in cui è situato l’istituto;
    • indagini di speciale complessità che richiedano necessariamente l’impiego del NIC. [3]

    Il Nucleo Centrale, anche avvalendosi dei nuclei regionali, cura, altresì, l’analisi dei fenomeni di criminalità organizzata, di terrorismo, anche internazionale, e di eversione dell’ordine costituzionale rilevati in ambito penitenziario.

    Il personale del NIC è estremamente specializzato in indagini di polizia giudiziaria specificamente per i reati della criminalità organizzata, terrorismo interno e internazionale e per quelle indagini che, in ragione della particolare complessità non possono essere svolte dai reparti territoriali di Polizia penitenziaria presso gli istituti penitenziari.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Diritto