Nils Aall Barricelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nils Aall Barricelli (Roma, 24 gennaio 191227 gennaio 1993) è stato un matematico italiano e norvegese.

Barricelli nacque da padre italiano e madre norvegese a Roma, e qui studiò fino all'Università seguendo, tra gli altri, i corsi di Fermi. Nel 1936, a seguito della separazione dei genitori, seguì la madre in Norvegia da dove, dopo la seconda guerra mondiale, emigrò negli Stati Uniti.

Qui ebbe un incarico non retribuito all'Institute for Advanced Study a Princeton nel 1953, 1954, e 1956[1][2]. Più tardi lavorò all'Università della California, Los Angeles, alla Università Vanderbilt (fino al 1964), al Dipartimento di Genetica dell'Università di Washington, a Seattle, (fino al 1968) ed in seguito all'Istituto di Matematica dell'Università di Oslo.

I primi esperimenti basati sull'elaborazione elettronica di Barricelli[3] relativi alla simbiogenesi ed all'evoluzione sono considerati pionieristici nel campo della ricerca sulla vita artificiale. Barricelli pubblicò in vari altri campi tra i quali la genetica dei virus,[4] il DNA, la biologia teoretica, i voli spaziali, la fisica teorica e la notazione matematica[5].

L'opera e la figura di Barricelli sono rimasti poco conosciuti fino a quando lo storico della scienza George Dyson non ne ha messo in luce l'importanza e l'attualità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dyson, George. 1997. Darwin Among the Machines. Reading, MA: Helix Books, p. 111
  2. ^ Dyson, George. 2012. Turing's Cathedral: The Origins of the Digital Universe. Pantheon Books, Chapter 6, p. 225
  3. ^ Nils Aall Barricelli, Numerical testing of evolution theories : Part I Theoretical introduction and basic tests, in Acta Biotheoretica, vol. 16, 1-2, 1962, pp. 69–98, DOI:10.1007/BF01556771.
  4. ^ "Meet the Father of Digital Life", June 12, 2014, Robert Hackett, Nautilus magazine
  5. ^ Gulliksen, Tor. 1997. Email to George Dyson. The Reality Club on Darwin Among the Machines. Edge.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1310148997585559870004