Nils Aall Barricelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nils Aall Barricelli (Roma, 24 gennaio 191227 gennaio 1993) è stato un matematico italiano e norvegese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Barricelli nacque da padre italiano e madre norvegese a Roma, dove studiò fino all'università, dove ha frequentato i corsi di Enrico Fermi. Nel 1936, a seguito della separazione dei genitori, seguì la madre in Norvegia e dopo la seconda guerra mondiale emigrò negli Stati Uniti.

Ebbe un incarico non retribuito all'Institute for Advanced Study a Princeton nel 1953, 1954 e 1956[1][2]. Successivamente lavorò all'Università della California a Los Angeles, alla Università Vanderbilt (fino al 1964), al Dipartimento di Genetica dell'Università di Washington, a Seattle (fino al 1968) ed in seguito all'Istituto di Matematica dell'Università di Oslo.

I primi esperimenti basati sull'elaborazione elettronica di Barricelli[3] relativi alla endosimbiosi ed all'evoluzione sono considerati pionieristici nel campo della ricerca sulla vita artificiale. Barricelli pubblicò studi in vari altri campi, tra i quali la genetica dei virus,[4] il DNA, la biologia teorica, i voli spaziali, la fisica teorica e la notazione matematica[5].

L'opera e la figura di Barricelli sono rimaste poco conosciute fino a quando lo storico della scienza George Dyson non ne ha messo in luce l'importanza e l'attualità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dyson, George. 1997. Darwin Among the Machines. Reading, MA: Helix Books, p. 111
  2. ^ (EN) Dyson, George. 2012. Turing's Cathedral: The Origins of the Digital Universe. Pantheon Books, Chapter 6, p. 225
  3. ^ (EN) Nils Aall Barricelli, Numerical testing of evolution theories : Part I Theoretical introduction and basic tests, in Acta Biotheoretica, vol. 16, n. 1-2, 1962, pp. 69–98, DOI:10.1007/BF01556771.
  4. ^ (EN) "Meet the Father of Digital Life", June 12, 2014, Robert Hackett, Nautilus magazine
  5. ^ (EN) Gulliksen, Tor. 1997. Email to George Dyson. The Reality Club on Darwin Among the Machines. Edge.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1310148997585559870004 · LCCN (ENno2017028296 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017028296