Niccolò Branca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Niccolò Branca

Niccolò Branca (Francia, 1957) è un imprenditore, umanista e scrittore italiano.

Dal 1999 è presidente e amministratore delegato della Holding del Gruppo Branca International S.p.A, che ha società in Italia e Argentina e che nel 2017 ha registrato ricavi per 364,6 milioni di euro

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Umanista e scrittore, nei primi anni Novanta completa la propria formazione con studi nell’ambito della psicologia umanistica, portando a termine il Corso in Psicosintesi con Giorgio Fresia, allievo diretto di Roberto Assagioli, il fondatore della disciplina. È stato allievo della psichiatra balinese Luh Ketut Suryani, che gli ha trasmesso e insegnato il suo metodo di meditazione. Nel 1995 espleta il Master in psicoterapia al Centro di Terapia Strategica di Arezzo diretto da Giorgio Nardone. A partire da quegli stessi anni, il Centro Studi Krishnamurti di Milano guidato da Giovanni Turchi diventa per lui un riferimento costante. Nel 2010 ha conseguito il First e il Second Degree of the Usui System of Reiki Healing, e nel 2020 ha conseguito il master in Metodo Reiki tradizionale di Mikao Usui e Karuna Reiki. Nel giugno del 2020 ha conseguito con successo la qualifica di Komyo ReikiDo Teacher. Tra le molte attività è stato anche uno dei fondatori di Fidia Partecipazioni S.p.A. società finanziaria divenuta poi Banca Ifigest S.p.A di cui è stato Presidente. Ha fatto parte del Comitato di “Idea Taste of Italy”, primo fondo d’investimento dedicato al settore agroalimentare. Attualmente ricopre la carica di presidente del Consiglio di Amministrazione per la New Investment Company S.p.A, società finanziaria e di M&A. È membro del Comitato Investimenti di Epic ed è socio di MainStreet Partners, società di investimento basata a Londra e leader in Europa nel campo degli investimenti sostenibili. È consigliere di Federvini e fa parte del Consiglio Direttivo di Centromarca e di UPA.

Attività imprenditoriale[modifica | modifica wikitesto]

Alla guida dell’azienda dal 1999, la sua Presidenza si è contraddistinta per l’efficace azione imprenditoriale per l’italiana Fratelli Branca Distillerie S.r.l e l’argentina Fratelli Branca Destillerias SA. La sua visione della leadership è basata sull’Economia della Consapevolezza – su cui si fonda la sua concezione di impresa - essa si basa su principi umanistici applicati all’organizzazione aziendale in tutto il processo produttivo. Secondo il modello dell’Economia della Consapevolezza, l’azienda è concepita come un organismo vivente basato sul concetto di consapevolezza: nella produzione, nel rispetto dell’ambiente, delle persone, delle risorse, del profitto che genera prosperità collettiva. Con Niccolò Branca, Presidente e AD, vengono introdotti: un codice etico, un bilancio ambientale, un organismo di vigilanza di controllo interno, un sistema di gestione della qualità e sicurezza alimentare che ha condotto al rilascio delle certificazioni in conformità agli Standard Internazionali British Retail Consortium (BRC) e International Food Standard (IFS) e un sistema di gestione per la sicurezza e salute sul lavoro.[1] Dai primi anni Novanta Niccolò Branca affianca al ruolo imprenditoriale incarichi culturali che lo condurranno a integrare dimensioni diverse in una leadership umanistica e sistemica.[2]

L'azienda[modifica | modifica wikitesto]

L’azienda Branca, guidata da Niccolò Branca, produce non solo Fernet e Branca Menta ma anche importanti e storici marchi come Antica Formula, Grappa Candolini, Punt e Mes, Brandy Stravecchio, Sambuca Borghetti, Caffè Borghetti e Carpano.

Novare Serbando

In Branca “Novare Serbando” è sempre stato il motto che esemplificava il modo d’intendere l’imprenditorialità e di portarla avanti ed è tuttora il leitmotiv dell’azienda.

Il suo significato è legato all’idea di innovazione in sintonia con l’evoluzione del contesto socioeconomico, delle tendenze dei mercati e dei bisogni dei consumatori, senza dimenticare i valori che hanno reso solida la realtà industriale e imprenditoriale della famiglia Branca. Il “serbare”, infatti, rappresenta l’intuizione del fondatore che ha dato inizio a una lunga tradizione del fare e a un’artigianalità inimitabile.

Il risultato è una straordinaria attenzione alla ricerca delle materie prime, al loro luogo di provenienza, alla lavorazione, all’amalgama, alla ricetta, al processo di miscelazione e di maturazione, a tutte le lunghe e articolate fasi della produzione.

Ricerche olistiche[modifica | modifica wikitesto]

È stato vicedirettore del magazine di ricerche olistiche “Cyber – Stati della coscienza” e presidente di Kosmos Ethos, associazione di ricerche per un'epistemologia del sapere, nonché direttore della collana “Saggezza scienza e tecnica” della casa editrice Nardini di Firenze.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni come autore[modifica | modifica wikitesto]

  • Niccolò Branca, Sumatra, l’avventura sulle acque che corrono, 1985, Fabbri Editore
  • Niccolò Branca, Per fare un manager ci vuole un fiore, 2013, Mondadori
  • Niccolò Branca, Ritorno al cuore, 2017, Trigono Edizioni
  • Niccolò Branca, Economia della Consapevolezza, 2019, Edizioni Marcos y Marcos
  • Niccolò Branca, Per fare un manager ci vuole un fiore, 2020, Edizioni Marcos y Marcos

Pubblicazioni come coautore/curatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Kosmos Ethos. Abitare eticamente la terra, 1994, Nardini editore
  • Economia, etica, saggezza, 1995, Nardini editore
  • Non violenza e giustizia nei testi sacri delle religioni orientali, in “Atti del Convegno della Facoltà di Lettere dell’Università di Pisa, 24-26 maggio 1995”, Giardini Editori
  • Abitare dal corpo al cosmo, 1996, Nardini editore
  • Scienza, complessità, religione, 1997, Nardini editore
  • Ervin Laszlo, Marco Roveda, AA. VV. – La Felicità nel Cambiamento – La forza dei sogni, l’attenzione verso la realtà, 2011
  • Vista sul futuro 2013, Franco Angeli
  • AA.VV., Dire Fare – Pensieri e azioni per l’Italia, 2017, Roi Edizioni
  • Decidere, coinvolgere, innovare: idee per l’eccellenza, 2012 Newton Spa Gruppo Sole24ORE
  • Economia e storia. Rivista italiana di storia economica e sociale – Un mondo materiale per esseri spirituali, 2018 Verona, CISPE IPAM

Presentazioni e introduzioni a libri di altri autori[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Poggi, Guidalberto Bormolini. Economia e Spiritualità, 2018, Pisa, Ipem edizioni
  • Richard Romagnoli, Pier Mario Biava, Happy genetica. Dall'epigenetica alla felicità, 2018 Eifis edizioni
  • Stefano Bettera, Fai la cosa giusta - 6 consigli buddhisti per orientarsi nel mondo di oggi, 2018 Morellini Editore- Yoga Journal
  • Mauro Ventola, L'evoluzione possibile dell'uomo, 2016 Iemme Edizioni
  • Angelo Vergani, Ritorno al monte, 2015 Edizioni Biblioteca dell’Immagine
  • Daniele Bellesi, Marco Romoli, Un Tempio per la Pace, Coll. Saggezza, Scienza, Tecnica, 1998, Nardini editore.
  • Sassolini Di Meditazione – Presentazione ai discorsi del monaco buddhista vietnamita, poeta e attivista per la pace, Thích Nhất Hạnh, 1997, Nardini editore

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel luglio 2020 ha ricevuto il San Marino Green Awards, per la categoria "Etica Sociale";
  • Nel dicembre 2019 Forbes e Business International gli hanno conferito il CEO Italian Award 2019, per la categoria Food & Wine;
  • Nel luglio 2019 ha ricevuto un riconoscimento dalla UADE (Universidad Argentina de la Empresa) per gli eccezionali trascorsi nella gestione aziendale e l’impegno per l’istruzione;
  • Nel 2016 è stato nominato Cavaliere Ufficiale dell’ordine di Sant’Agata della Repubblica di San Marino;
  • Nel 2016 gli viene conferito il Premio Internazionale “Il leader consapevole” da parte della Repubblica di San Marino;
  • Insignito nel 2016 del Premio “Crescita & Sostenibilità”, menzione speciale, Premio eccellenze d’impresa;
  • Nel 2016 è stato insignito del Premio Capitani dell’anno – Lombardia;
  • A dicembre 2013 gli è stato riconosciuto il premio “Di Padre in Figlio” – il gusto di fare impresa “, per il miglior passaggio generazionale 2013 e la menzione speciale per la categoria “Performance Finanziaria;
  • A dicembre 2011 ha ricevuto il Sigillo dell’Università degli Studi di Parma;
  • A ottobre 2011 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano gli ha conferito il titolo di Cavaliere del Lavoro;
  • Nel luglio 2010 è stato premiato dal mensile Capital fra gli imprenditori Italiani che hanno fatto grande l’Italia ricevendo alla presenza del Presidente del Consiglio “Il libro d’oro dell’imprenditoria italiana”;
  • Nel 2009 è fra i tre finalisti vincitori della 13ª edizione del Premio Ernst&Young, L’imprenditore dell’anno, Categoria Finance;
  • Nel 2008 è fra i tre finalisti vincitori della 12ª edizione del Premio Ernst&Young, L’imprenditore dell’anno, Categoria Global;
  • Insignito nel giugno 2007 del titolo di Professore Onorario presso la Universidad del Salvador di Buenos Aires, facoltà di Economia;
  • Vincitore del Premio Risultati 2007 promosso da Bain&Company, Il Sole 24 Ore, Centrale dei bilanci e Università L. Bocconi di Milano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Niccolò Branca, un imprenditore etico che crede nel valore dell’interdipendenza, su OlisticNews, 16 gennaio 2019. URL consultato il 3 gennaio 2020.
  2. ^ Tiziana Tripepi, L'IMPRENDITORE BRANCA INSEGNA YOGA AI SUOI DIPENDENTI - Millionaire, su millionaire.it. URL consultato il 3 gennaio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie