Nessuno è solo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nessuno è solo
Artista Tiziano Ferro
Tipo album Studio
Pubblicazione 23 giugno 2006 Italia
26 giugno 2006 Spagna
27 giugno 2006 Stati Uniti
Durata 55:53
Dischi 1
Tracce 11
Genere Pop
Etichetta EMI
Produttore Tiziano Ferro, Michele Canova
Registrazione 2005, Kaneepa Studio e Nautilus Mastering Studios, Milano (Italia)
Formati CD, CD+DVD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Venezuela Venezuela[1]
(vendite: 5 000+)
Dischi di platino Svizzera Svizzera[2]
(vendite: 30 000+)
Dischi di diamante Italia Italia[3]
(vendite: 500 000+)
Tiziano Ferro - cronologia
Album precedente
(2003)
Album successivo
(2008)
Singoli
  1. Stop! Dimentica
    Pubblicato: 12 maggio 2006
  2. Ed ero contentissimo
    Pubblicato: 25 agosto 2006
  3. Ti scatterò una foto
    Pubblicato: 20 gennaio 2007
  4. E Raffaella è mia
    Pubblicato: 18 maggio 2007
  5. E fuori è buio
    Pubblicato: 14 settembre 2007

Nessuno è solo è il terzo album in studio del cantautore italiano Tiziano Ferro, pubblicato il 23 giugno 2006 dalla EMI. È stato realizzato anche in lingua spagnola con il titolo Nadie está solo.

L'album è stato inserito nella lista dei 100 migliori album italiani secondo Rolling Stone, alla posizione numero 60.[4]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

A differenza dei precedenti album Rosso relativo (2001) e 111 (2003), Nessuno è solo segna un leggero distacco dalle sonorità R&B e presenta brani che ricordano vagamente la disco music degli anni ottanta, come ad esempio il singolo di lancio Stop! Dimentica. All'interno del disco si trovano anche canzoni molto più vicine al pop melodico, come ad esempio Ed ero contentissimo.

Il disco contiene anche un duetto con Biagio Antonacci nel brano Baciano le donne. La canzone Mio fratello è dedicata al fratello minore del cantante, Flavio,[5] mentre Già ti guarda Alice è stata scritta per la piccola cuginetta appena nata. Alla fine dell'album è inoltre presente una traccia fantasma in cui si sente la voce di Tiziano Ferro all'età di 7 anni cantare due brevi brani da lui composti, Il cielo e Gli occhi.

Il brano Ti scatterò una foto è la colonna sonora del film Ho voglia di te, tratto dall'omonimo romanzo di Federico Moccia. Nel brano E Raffaella è mia il cantautore immagina di possedere, per un solo giorno, la celebre soubrette italiana Raffaella Carrà e di ammirarla e sentirla cantare sotto l'invidia di tutto il vicinato.

Il 29 luglio 2016 la Carosello Records ha ripubblicato l'album in formato CD, mentre il 23 settembre dello stesso anno per la prima volta anche in formato LP.[6]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

L'album è stato promosso attraverso il Nessuno è solo Tour 2007, partito da Ancona il 20 gennaio 2007 e terminato a Verona il 15 marzo dello stesso anno. La sessione estiva del tour si è aperta a Latina, città natale del cantautore, per poi concludersi a Cattolica. Successivamente ha preso il via anche la tappa europea, che ha portato Ferro ad esibirsi in Austria, Germania e Belgio.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Tiziano Ferro, eccetto dove indicato.

Nessuno è solo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Tarantola d'Africa – 4:40
  2. Ti scatterò una foto – 4:33
  3. Ed ero contentissimo – 4:13
  4. Stop! Dimentica – 3:49
  5. E fuori è buio – 3:43 (musica: Diana Tejera, Tiziano Ferro)
  6. Salutandotiaffogo – 3:43
  7. E Raffaella è mia – 3:15
  8. La paura che... – 4:00
  9. Baciano le donne (feat. Biagio Antonacci) – 3:09
  10. Già ti guarda Alice – 4:08
  11. Mio fratello – 16:40 – contiene le tracce fantasma Il cielo e Gli occhi
DVD bonus
  1. Interview (Italian/English/Spanish)
  2. Stop! Dimentica
  3. Stop! Olvídate
  4. Making of the Video
  5. Stop! Dimentica (Studio Playback)
  6. Stop! Olvídate (Studio Playback)
  7. Photogallery

Nadie está solo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Tarántula de África – 4:40
  2. Te tomaré una foto – 4:33
  3. Y estaba contentísimo – 4:13
  4. Stop! Olvídate – 3:49
  5. Y está oscuro – 3:43 (musica: Diana Tejera, Tiziano Ferro)
  6. Despidiendoteahogo – 3:43
  7. Y Raffaella es mía – 3:15
  8. El miedo que... – 4:00
  9. Baciano le donne (feat. Biagio Antonacci) – 3:09
  10. Già ti guarda Alice – 4:08
  11. Mio fratello – 16:40 – contiene le tracce fantasma Il cielo e Gli occhi
Tracce bonus (America Latina, Stati Uniti)
  1. Mi credo (feat. Pepe Aguilar) – 5:03
  2. Stop! Dimentica – 3:49

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

L'album ha venduto in tutto il mondo oltre un milione e mezzo di copie.[7] Notevole è stato soprattutto il successo in Italia, dove il disco ha debuttato al primo posto, rimanendo saldo in vetta per 4 settimane, ed è poi rimasto in classifica per 100 settimane consecutive (equivalenti ad 1 anno e 11 mesi),[7] conquistando 5 dischi di platino.[8] Il 1º dicembre 2007, durante la partecipazione dell'artista alla trasmissione Amici di Maria De Filippi, Ferro ha ricevuto il disco di diamante per le oltre 400.000 copie dell'album vendute in Italia.[3]

Nel maggio del 2012 l'album è tornato nella classifica italiana.[9]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2006) Posizione
massima
Austria[10] 6
Belgio (Fiandre)[10] 76
Belgio (Vallonia)[10] 8
Francia[10] 166
Germania[11] 44
Italia[10] 1
Spagna[10] 11
Stati Uniti (latin)[12] 68
Svizzera[10] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MUSICA: Tiziano Ferro già disco d'oro in Venezuela, WorldNews, 20 luglio 2006. URL consultato il 21 luglio 2017.
  2. ^ (EN) Edelmetall 2007, Schweizer Hitparade. URL consultato il 24 luglio 2017.
  3. ^ a b Adele, il disco di diamante a '25' e lo smacco allo streaming (e alle colleghe tamarre): come tornare ai tempi d'oro della discografia, Rockol. URL consultato il 21 luglio 2017.
  4. ^ I 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Filagosto 2017: tutto il programma , La Musica Rock. URL consultato il 22 luglio 2017.
  5. ^ Musica di Ferro, la Repubblica, 8 maggio 2013. URL consultato il 22 luglio 2017.
  6. ^ Tiziano Ferro - Carosello ripubblica i primi tre album che hanno consacrato il suo successo mondiale, Carosello Records, 19 luglio 2016. URL consultato il 19 luglio 2016.
  7. ^ a b Tiziano Ferro all'Arena di Verona, www.nonsolocinema.com, 2 marzo 2009. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  8. ^ Tiziano Ferro - E fuori è buio, Radio Dimensione Suono.
  9. ^ FIMI Artisti Week 20/2012
  10. ^ a b c d e f g (DE) Tiziano Ferro - Nessuno è solo, austriancharts.at. URL consultato il 4 gennaio 2012.
  11. ^ (DE) Nessuno è solo, musicline.de. URL consultato il 4 gennaio 2012.
  12. ^ (EN) Tiziano Ferro - Chart history (Top Latin Albums), Billboard. URL consultato il 4 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica