Nazianzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nazianzus all'interno della diocesi del Ponto, 400 circa

Nazianzo (in greco Nazianzós/Ναζιανζός) era un'antica città e sede vescovile dell'Asia minore, nella Cappadocia occidentale, circa 4 km a nordovest di Bekarlar (già Nezezi).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della riforma amministrativa tetrarchica, la città rientrò nella provincia della Cappadocia II, nella diocesi del Ponto.

Citata nei vari Itineraria cristiani di epoca romana con i nomi di Nadianulus, Nadiandos e mansio Anathiango, è nota soprattutto per aver dato i natali a Gregorio Nazianzeno.

Sotto Costantino Porfirogenito, le reliquie del santo vennero collocate nella locale chiesa dei Santi Apostoli. Fu sede vescovile titolare cattolica, fino al 1172, quando viene citato il suo ultimo vescovo Nikephoros. Nel 1370, la sede vescovile venne definitivamente soppressa e accorpata a quella di Kayseri.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • TIB 2: Friedrich Hild, Marcell Restle, Kappadokien (Kappadokia, Charsianon, Sebasteia und Lykandos), 1981, ISBN 3-7001-0401-4