Musica di corte coreana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il termine aak indica, in un'accezione ampia, la musica/danza di corte coreana.

Essa può essere classificata in tre generi. Il primo, lo aak in senso stretto, è suddivisibile tra musica per il culto di Confucio (munmyo cheryeak) e musica per il culto degli antenati reali (chongmyo cheryeak). Gli altri due generi sono il tangak, musica conviviale di origine cinese, e lo hyangak, corpus autoctono.

La musica del culto confuciano (문묘제례악, munmyo cheryeak), eseguita oggi due volte all'anno all'Università Songgyun'gwan di Seul, è suonata da due orchestre, che si alternano nel rito. Secondo la visione confuciana, esse rappresentano, rispettivamente, il Cielo e la Terra; la presenza dei danzatori completa la triade cosmica con l'Uomo. Come la musica, anche la danza (일무, ilmu) è lenta e solenne; essa è divisa tra repertorio militare e repertorio civile.

La musica per il culto degli antenati (chongmyo cheryeak) è presentata invece una volta all'anno presso il santuario degli antenati (chongmyo), con simile doppia orchestra.

La strumentazione delle due compagini differisce leggermente, ma entrambe sono dominate dalle batteria di campane (p'yŏnjong) e quella di litofoni (p'yŏn'gyŏng).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lee Hye-gu, Essays on Korean Traditional Music, Seul, Royal Asiatic Society-Korea Branch, 1981
  • Sestili Daniele, Musica e tradizione in Asia orientale. Gli scenari contemporanei di Cina, Corea e Giappone, Roma, Squilibri, 2010